10 motivi per decidersi a giocare a beach volley

benefici beach volley corpo mente

Non c’è spiaggia senza un campo da beach volley, e la tentazione di fare almeno un set tra un bagno in mare e l’altro è da assecondare al volo: anche senza essere un giocatore al top come la coppia azzurra Daniele Lupo-Paolo Nicolai, giocare a beach volley è un ottimo modo per tenersi in forma, divertirsi, allontanare lo stress e fare sport durante le vacanze. Per almeno questi 10 benefici motivi.

Brucia calorie e fa dimagrire

Secondo una misurazione dell’Harvard Medical School 30′ di beach volley non competitivo permettono di bruciare dalle 90 alle 130 calorie (i professionisti arrivano anche a 180 calorie per lo stesso tempo di gioco). Merito del fatto che è uno sport completo, che coinvolge tutti i distretti muscolari, e che il fatto di giocare sulla sabbia aggiunge un po’ di fatica e di sforzo in più, soprattutto sui distretti muscolari più grandi come quelli di gambe e glutei.

>Leggi anche: I 10 migliori sport per dimagrire

Tonifica e modella i muscoli

Come sopra: gambe, braccia, core, glutei: non c’è distretto muscolare che non sia coinvolto in ogni azione di beach volley. E si tratta di movimenti sempre diversi, mai ripetitivi e che devono rispondere alle situazioni proposte dal gioco.

>Leggi anche: 5 esercizi per glutei perfetti

Aumenta il metabolismo

Proprio per il fatto di coinvolgere in modo continuativo tutti i muscoli del corpo, giocare a beach volley permette di aumentare il metabolismo con effetti anche a lunga distanza. Insomma: si bruciano calorie durante e dopo la partitella in spiaggia.

>Leggi anche: Quanto mangiare in base al proprio metabolismo

Migliora la coordinazione

Come tutti gli sport di situazione, anche il beach volley migliora la coordinazione, in particolare quella occhio-mano: dover intercettare il pallone che vola in aria e doverlo indirizzare con precisione, al compagno o nel campo avversario, è una bella sfida per le capacità coordinative.

>Leggi anche: 7 benefici del giocare a beach tennis

Migliora agilità ed equilibrio

È la diretta conseguenza del punto precedente: agilità, coordinazione, equilibrio e prontezza di riflessi sono i prerequisiti per intercettare il pallone prima che cada a terra e indirizzarlo con precisione dove si vuole. E sono tutte qualità che si allenano soprattutto giocando.

>Leggi anche: La spiegazione del perché manteniamo l’equilibrio

È anche un’attività cardio

Chi dice che il beach volley non è un’attività cardio mente sapendo di mentire. E per dimostrarlo basta guardare il fiatone dopo uno scambio prolungato. certo ha più a che fare con l’interval training che con uno sforzo costante e prolungato, ma i benefici dell’Interval Training anche sul sistema cardiovascolare sono indiscussi.

>Leggi anche: 6 vantaggi dell’Interval Training

Sviluppa le doti di forza

Muoversi sulla sabbia, tuffarsi, saltare a muro o per attaccare e ancora schiacciare con potenza verso il campo avversario sono tutti gesti che richiedono forza e potenza specifiche.

>Leggi anche: I migliori esercizi di forza per addominali e gambe per i runner

Solidifica i rapporti personali

Come molti altri sport di squadra, ma ancor di più perché nessuno può fermare la palla e risolvere l’azione da solo, il beach volley richiede grandi doti di cooperazione e gioco di squadra. E per fare squadra bisogna essere delle persone capaci di stabilire solidi rapporti personali. Fosse anche solo per il tempo di una partita in spiaggia.

>Leggi anche: Perché cominciare ad arrampicare

Riduce lo stress e aumenta l’autostima

Fare sport all’aperto è sempre il modo migliore per scacciare lo stress e mettere di buonumore. A maggior ragione quando si può farlo in spiaggia, in riva al mare, misurandosi con uno sport che richiede concentrazione e abilità non comuni.

>Leggi anche: I migliori sport contro lo stress

Insegna a tenere i nervi saldi

Come tutti gli sport in cui ogni azione vale un punto, anche il beach volley insegna a non esaltarsi troppo per un punto conquistato, né a deprimersi altrettanto per un’azione persa. Dopo ogni azione ce n’è sempre un’altra da giocare, e così dopo ogni set, almeno finché l’ultima palla non è caduta a terra. Imparare a non farsi trascinare nelle montagne russe delle emozioni e a mantenere i nervi saldi anche quando la vittoria sembra un miraggio lontano è forse la miglior lezione per la mente del beach volley.

>Leggi anche: 8 buone ragioni per fare yoga al mare

Credits: wallpapersok.com

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *