8 consigli per correre in città

consigli correre città

Correre, che passione – quando fa caldo, quando fa freddo, in mezzo al verde, sulla spiaggia… Ma spesso anche in città, perché non bastano un po’ di asfalto e di traffico a fermare la voglia di un runner. Basta solo seguire alcuni semplici accorgimenti.

Tutti a correre al parco

Per andare a correre in città non esiste posto migliore dei parchi (come per esempio quelli di Roma, Firenze, Napoli o Milano). Per vari e ovvi motivi: niente traffico, spazi appositi, più silenzio, massima tranquillità. E per quanto riguarda il fondo, lo sterrato o l’erba sono molto più adatti alla corsa rispetto all’asfalto. Alcuni parchi inoltre sono dotati di spogliatoi per cambiarsi.

> Leggi anche: Palestre e città sono inquinate: ecco dove andare a correre

Correre lontani dal traffico

L’ideale è evitare le ore di punta, quando il traffico si fa più intenso e soprattutto pericoloso e inquinante. Oppure scegliere strade alternative meno battute dalle auto (ma che siano sicure e tranquille).

> Leggi anche: Gli orologi Gps per correre

Correre contromano

Correte sempre in direzione opposta al senso di marcia delle auto, di modo che voi possiate vedere cosa fanno gli automobilisti e loro possano vedere voi con anticipo.

> Leggi anche: 6 trucchi per correre con il caldo

Farsi vedere dalle auto!

Se uscite la sera o in condizioni meteo che riducono la visibilità, indossate sempre abbigliamento dotato di elementi luminosi o catarifrangenti (o le fasce apposite e la pettorina).

> Leggi anche: Le migliori scarpe da running di quest’anno

Orecchie libere

Mentre correte in strada evitate di utilizzare gli auricolari per ascoltare la musica o tenete il volume al minimo necessario. Meglio perdersi un paio di canzoni, anche se sono proprio quelle che vi danno il ritmo giusto, piuttosto che non sentire quello che capita nel traffico intorno a voi rischiando di finire nei guai. Appena entrate nel parco, rimettetevi pure gli auricolari.

> Leggi anche: Ecco perché la musica invoglia a fare sport

Occhio allo smog

Quando la qualità dell’aria è particolarmente bassa, valutate l’opportunità di andare a correre sul treadmill in palestra. Per sapere se la giornata è a rischio o se invece è sotto la soglia pericolosa, potete consultare i bollettini del PM10 dell’Arpa locale (Agenzia regionale per la protezione ambientale), le apposite previsioni sui siti meteo o questa centralina portatile.

> Leggi anche: a che velocità muoversi per non subire i danni dello smog

Meglio non correre sul cemento

Niente di peggio del cemento, per far andare le gambe: è una superficie che assorbe pochissimo urti e vibrazioni. Visto che tipicamente viene usato per i marciapiedi, quando la strada di fianco è sicura meglio correre sull’asfalto, che non sarà l’ideale nemmeno lui, ma causa comunque meno traumi a legamenti e articolazioni.

> Leggi anche: 8 banali errori da non commettere con le scarpe da running

In compagnia

Corri insieme a un amico o più, per almeno tre motivi: ti diverti, ti tieni più motivato, e un gruppetto di runner è più visibile alle auto, se dovete correre per strada (altri 5 motivi per correre in compagnia li trovi qui).

> Leggi anche: Sesso & corsa: runners do it better

Credits immagine: Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA

One response to “8 consigli per correre in città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *