“Blue mind”, stare vicino all’acqua rende più felici

Blue mind Acqua Felici

Lo affermano diverse ricerche condotte in una decina di anni: stare vicino all’acqua – mare, laghi, fiumi – rende più felici e stimola il cervello. I numerosi studi sul potere di questo elemento naturale sulla mente umana sono stati raccolti nel libro “Blue Mind: The Surprising Science That Shows How Being Near, In, On, Or Under Water Can Make You Happier, Healthier, More Connected, And Better At What You Do” del biologo Wallace J. Nichols. La pubblicazione ha rivelato infatti che questo elemento è in grado di stimolare il cervello, che reagisce alla presenza dell’acqua producendo dopamina, serotonina e ossitocina, sostanze che contribuiscono a produrre la sensazione di felicità.

In particolare, secondo Nichols, esistono cinque prove che l’ambiente acquatico sia in grado di scatenare sentimenti positivi nel cervello.

Il colore

Rilassante, tranquillizzante, calmante. Nel libro il blu, in tutte le sue sfumature e tonalità, è in grado di dare sollievo.

> Leggi anche: Gli sport migliori per tenersi in forma la mare

Il paesaggio

Per godere dei benefici dell’acqua non serve per forza fare un tuffo nel blu. È altrettanto utile fermarsi di fronte a un panorama in cui sia presente l’acqua e ammirarlo: una ricerca scientifica riportata nel libro “Blue Mind” ha infatti provato che osservare immagini marittime o della natura più in generale attiva le parti del cervello che corrispondono alla positività, al recupero dei ricordi felici e all’equilibrio emotivo.

> Leggi anche: L’acqua di mare fa bene alla salute

Risultati brillanti

L’acqua aiuta a concentrarsi. Nichols ripropone nel suo libro una ricerca realizzata nel 1995 su una classe di studenti. I ragazzi vennero divisi in due gruppi: al primo vennero fatte osservare immagini del mare e di paesaggi, all’altro foto di città. Poi gli allievi dovettero cimentarsi in un test di esercizi scritti: il primo gruppo riuscì a concentrarsi meglio e diede risultati più brillanti rispetto al secondo.

> Leggi anche: Le differenze tra nuotare in piscina o al mare

L’acqua fa stare bene

Se già con le foto dei paesaggi marini si ottengono già benefici significativi per lo spirito, l’effetto si rafforza quando entriamo in contatto diretto con l’acqua. Nichols spiega che secondo i risultati prodotti dall’applicazione inglese Mappiness (che mappa la felicità) su un campione di oltre un milione di utenti, le persone che stanno vicino a un corso d’acqua o al mare sono più felici del 5,2%.  Inoltre, è scientificamente provato che l’acqua di mare faccia bene alla salute.

> Leggi anche: In canoa sul Tirino, il fiume più bello d’Italia

Siamo fatti di acqua

Il motivo principale della nostra sintonia con questo elemento? Siamo composti per il 75% di acqua. Se non manteniamo ben idratato, tutti i nostri organi smetterebbero di funzionare.

> Leggi anche: Wild swimming: guida al nuoto in acque libere

Credits: Pexels

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *