Cinque itinerari per scoprire la Borgogna in bicicletta

borgogna_00

La Borgogna, regione storica della Francia centro-orientale, oltre ad essere famosa per i suoi vini, i suoi canali e i suoi castelli, propone una delle più importanti reti ciclabili di tutta la Francia. “Le Tour de Bourgogne à vélo“ vanta circa 650 chilometri di piste ciclabili, un circuito che si snoda su una vecchia ferrovia (La Voie verte), sulle alzaie lungo fiumi e canali, attraversa vigneti, stradine tranquille e tratti di ciclabili realizzate ad hoc.

>>Leggi anche: 5 città in Europa da visitare in bicicletta

Da Digione a Montbard (112 km)

Da Digione, capitale della regione della Borgogna, la pista ciclabile si snoda lungo il più famoso dei canali borgognoni in un percorso che attraversa i dolci paesaggi dell’Auxois fino a Montbard, dove, nei dintorni, è assolutamente da visitare l’abbazia cistercense di Fontenay, capolavoro del Romanico e riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

>>Leggi anche: Gli itinerari in bicicletta lungo il Rodano e il Reno

borgogna_abbazia_fontenay

Da Auxerre a Clamecy e Decize (180 km)

Si parte da Auxerre, ricca città d’arte, per proseguire nella valle della Yonne fino a Clamecy, che tra il XVII e XVIII secolo era la capitale del trasporto su fiume del legname che arrivava dal Morvan e che i “flotteurs “ trasportavano fino alle porte di Parigi. Il viaggio su due ruote prosegue lungo il Canal del Nivernais, forse il più bel canale di tutta la Francia e un vero paradiso per il turismo fluviale.  Iniziato nel 1784 e terminato nel 1842, il canale nivernese fu il primo a servirsi di gallerie sottoterranee, le famose “Voûtes de la Collancelle” per superare lo spartiacque tra la Senna e la Loira. Il percorso raggiunge la Loira a Decize.

>>Leggi anche: Cosa fare e vedere in Ardèche oltre alle discese in canoa sul fiume

Da Paray-le-Monial a Digoin e Bourbon-Lancy (74 chilometri)

Questo percorso parte da Paray-le-Monial, un importante centro di pellegrinaggio che ospita una splendida basilica romanica, e prosegue lungo il Canal du Centre fino a Digoin, una piccola città conosciuta per le sue ceramiche e per il famoso ponte-canale sulla Loira. Oggi Digoinè un importante centro di turismo fluviale. Da Digoin, si prosegue fino alla località termale di Bourbon-Lancy, nella valle della Loira.

>>Leggi anche: In bici nella riserva naturale della Valle della Loira

borgogna_voies_des_vignesDa Chalon-sur-Saône a Mâcon (65 chilometri)

La vecchia ferrovia da Givry a Mâcon è ora diventata la famosa “Voie Verte”, una bella pista ciclabile con una segnaletica praticamente perfetta. Parte dai vigneti delle colline di Chalon e prosegue in direzione del castello di Cormatin e dei centri spirituali di Taizé e Cluny. La parte più alta del percorso è superata grazie al “Tunnel du Bois-Clair“, la galleria ciclabile più lunga Europa (1,6 km). Quindi si prosegue verso i vigneti del Mâconnais.

>>Leggi anche: Parigi val bene una bici

Da Beaune a Santenay (22 chilometri)

La “Voie des Vignes “ (la via dei vigneti) parte da Beaune, capitale dei vini della Borgogna, conosciuta in Francia e all’estero per il suo famoso Hôtel-Dieu, luogo emblematico della regione. Il percorso attraversa poi i vigneti più prestigiosi della Côte de Beaune (Pommard, Volnay, Meursault, Puligny-Montrachet, Chassagne-Montrachet) fino a Santenay, un bel villaggio che domina il Canal du Centre.

>>Leggi anche: Da Parigi a Londra in bicicletta: la Senna degli impressionisti

 

[photo credits: fotocommunity.com, .lecedre-beaune.com , beaune-tourisme.fr]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *