Fare sport intensi quando si è arrabbiati aumenta i rischi di infarto

(Credits: skeeze / Pixabay)

Fare palestra o una corsa per sfogare la rabbia accumulata durante il giorno potrebbe non essere una buona idea. A rivelarlo è uno studio dell’Health Research Institute dell’università canadese di McMaster, pubblicato sulla rivista scientifica Circulation, che ha dimostrato una connessione tra l’esercizio fisico intenso in momenti di nervosismo con il rischio di avere un attacco di cuore. Il discorso riguarda specialmente gli over 60.

> Leggi anche: I migliori sport contro lo stress

Lo studio

Stiamo parlando di una delle ricerche più importanti di sempre sulla correlazione tra rabbia e sport. Gli studiosi hanno preso in considerazione i dati di quasi 2000 pazienti (58 anni di età media), provenienti da 52 Paesi, che nella vita hanno avuto un attacco di cuore. Ai partecipanti è stato chiesto di compilare un questionario relativo alle loro sensazioni ed emozioni nell’ora precedente all’infarto. Secondo i risultati, 1650 persone stavano facendo sport e 1752 erano arrabbiate, nervose o mentalmente sconvolte.

> Leggi anche: Prevenzione del diabete: meglio camminare che correre

Meno ossigeno al cuore

I risultati, quindi, hanno evidenziato che è meglio astenersi da attività fisiche quando la rabbia e il nervosismo sono alle stelle. Gli studiosi, in definitiva, hanno affermato che quando lo sport praticato è molto intenso e le emozioni sono particolarmente forti, il pericolo di avere un attacco di cuore può triplicarsi rispetto a quando la mente è libera.

Affrontare sport duri e intensi in momenti di rabbia può ridurre la quantità di sangue in circolo nei vasi sanguigni, destinato a soddisfare il bisogno di ossigeno del cuore. Anche gli stimoli estremi a livello emotivo, secondo la ricerca, avrebbero conseguenze negative sulla nostra salute fisica.

> Leggi anche: Qual è l’ora ideale per praticare sport?

L’importanza dell’età

I risultati dello studio potrebbero allarmare, ma è anche vero che gli attacchi di cuore negli under 60 sono abbastanza rari. Solo il 3% degli individui dai 20 ai 39 anni e il 3.3% dai 40 ai 59 anni, infatti, ha dovuto affrontare un infarto. Lo rivela una ricerca del 2016 dell’American Heart Association. Quelli più a rischio sono gli uomini con un età compresa tra i 60 e i 79 anni: il 10% di questa categoria ha avuto seri problemi cardiaci e deve evitare di fare sport nei momenti di forte rabbia. Man mano che gli anni passano, prima di mettersi le scarpette e uscire a fare jogging, bisogna quindi accertarsi di essere anche nelle migliori condizioni mentali. Non solo fisiche.

> Leggi anche: E se correre (troppo) facesse male?

©RIPRODUZIONE RISERVATA