I 4 segreti per invecchiare bene e arrivare a 100 anni in forma

Cocoon

Con il trascorrere degli anni le paure e le insicurezze in relazione alla nostra condizione fisica e allo stato di salute si fanno più ‘presenti’. Il desiderio  di vivere il più a lungo possibile accanto ai nostri familiari e amici diventa uno dei temi principali della nostra vita. Sono molti gli studi realizzati da esperti e ricercatori che consigliano quali siano i passi da seguire per avere una vita lunga e in salute. Oggi arrivare al traguardo dei 100 anni e oltre non è più una cosa impossibile. Ecco le quattro chiavi per trovare la famosa ‘fonte della giovinezza”.

>>Leggi anche:Vuoi vivere di più? Passeggia almeno due ore e mezza a settimana

anziano_attività_fisicaAttivita fisica quotidiana

Le persone con più di 65 anni che riescono a praticare attività fisica almeno un paio di volte al giorno hanno il 46% in meno di probabilità di morire nei successivi 15 anni di vita rispetto a chi non tiene in allenamento i propri muscoli . The Amercian Journal Of Medicine ha recentemente affermato che la massa muscolare è il miglior alleato per la longevità.

Allenare dunque i propri muscoli è una delle famose quattro chiavi. Non è necessario usare macchinari da palestra, è sufficiente una routine giornaliera di esercizi dove si utilizzino pesi, bande elastiche e il peso del proprio corpo, cose che implicano il lavoro dei gruppi muscolari maggiori come gambe, fianchi, busto, schiena, addome, spalle e braccia.

>>Leggi anche: Stare nella natura è il segreto della longevità

Attività che generano benessere

La testa gioca un ruolo importante quando si parla di longevità e salute. Pensare al proprio stato di salute ha un effetto negativo. Secondo uno studio di Psychological Science, tra i 65 fattori di rischio legati alla morte prematura, i pensieri delle persone sono tra quelli che hanno posizione di preminenza in relazione al rischio di morte. Insomma più sani ci si sente, più a lungo si vive.

Una buona alimentazione, le giuste ore di sonno, la qualità del nostro riposo, sfruttare al meglio i momenti con gli amici, la famiglia e i viaggi sono fattori fondamentali per mantenere la mente concentrata in attività che non sono legate allo stato di salute.

>>Leggi anche: Sentirsi giovani aiuta a rimanere giovani (e vivere più a lungo)

Esercitare il cervello insieme al corpo

Esercitare sia la mente che il corpo aiuta a creare nuovi neuroni, aumenta il flusso del sangue e mantiene controllato il volume globale del cervello che si contrae con l’età.  Anche iniziare a fare attività fisica dopo i 50 anni è un mezzo per ridurre in maniera considerevole il deterioramento cerebrale nella vecchiaia.

Gli studi hanno dimostrato che più si mantengono attive le capacità cognitive durante la gioventù (studio, attività sociale, gioco e tutto ciò che stimoli l’esercizio dell’intelligenza e la salute mentale) maggiori saranno le connessioni sinaptiche che si stabiliscono e maggiori sono le chanches di avere una buona capacità cognitiva man mano che l’età avanza. Leggere libri, quotidiani e riviste, fare cruciverba, consultare enciclopedie e ogni attività che richieda concentrazione, aiutano notevolmente a mantenere il cervello giovane e il corpo in salute.

>>Leggi anche: Cosa fare per mantenere in forma corpo e cervello? Giocare

anziani_amiciDare priorità ad amici, famiglia e viaggi vale come fare esercizio

Le relazioni sociali aumentano l’autostima e proprio per questo sono la chiave della longevità e della buona qualità della vita.  Secondo una ricerca pubblicata su Psicology Science, le persone con ampie relazioni sociali godono di tassi di sopravvivenza superiori del  50% rispetto a chi ne ha meno. Gli amici sono un grande beneficio, la longevità è “uno sport di squadra”.

Il numero di amici varia con il passare degli anni, non è la stessa quantità di amici che “hai bisogno di avere” in età giovane  rispetto a quella adulta che conta, ma è il supporto emotivo che queste amicizie danno la chiave perfetta per una vita lunga e in buona salute. Scegliere le giuste amicizie è fondamentale, destinare tempo a queste persone che portano allegria e positività nella nostra routine quotidiana non è mai tempo perso.

>>Leggi anche: Terza età, il miglior momento per viaggiare

 

 

[photo credits: redglobo.com, oltreuomo.com, pixabay.com]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *