In forma dopo le feste

In forma dopo le feste

Abbiamo gioito tra pandori e panettoni, abbiamo scherzato seduti a tavolate imbandite di cotechini e zamponi, abbiamo brindato con bottiglie di spumante al vecchio 2015 che passa alla memoria. Al punto che, tra gli obiettivi prioritari che ci siamo messi in testa di realizzare nell’anno nuovo, molto probabilmente c’è anche quello di rimetterci un po’ in forma dopo le abbuffate delle feste natalizie.

Per recuperare il peso forma non basta la sola dieta

Come ogni anno su giornali e televisioni si propongono delle nuove diete riparatorie, condite con i regimi alimentari preferiti dalle star di Hollywood, ma secondo i dietologi la sola dieta non basta per riconquistare la forma fisica perduta. “Il segreto per cancellare gli effetti delle abbuffate natalizie è una dieta bilanciata”, consiglia Enrico Arcelli, dietologo e medico sportivo. A qualsiasi regime alimentare va sempre abbinato un programma di attività fisica adeguato all’età e allo stato di salute, che permetta di smaltire non solo gli eccessi delle feste, ma anche la vita sedentaria che ne caratterizza le pigre giornate.

> Per approfondire: I 7 motivi più banali per cui una dieta non funziona

Fare attività fisica e non il “salto del pasto”

Per rimettersi in forma bisogna evitare assolutamente i digiuni drastici e i “salti del pasto”, adottando piuttosto una dieta a base di cibi leggeri, ricca di frutta e verdura, accompagnata dal consumo di molta acqua. Per la prima colazione vanno bene uno yogurt bianco magro, due fette di bresaola o una fetta di prosciutto crudo, un kiwi e un caffè senza zucchero. A pranzo e a cena una porzione molto abbondante di insalata, una porzione di pesce alla piastra o una fetta di petto di pollo, una mela o dei mandarini.

Il nostro organismo ha assoluto bisogno di liberarsi dalle tossine, quindi è consigliato assumere principalmente alimenti ricchi di antiossidanti come frutta e verdura (spinaci, mirtilli, succo di arancia, kiwi), limitando al massimo l’apporto di grassi saturi e riducendo l’apporto proteico.

> Per approfondire: 5 ricette di zuppe gustose e ricostituenti

Molto importante, per recuperare immediatamente l’efficienza fisica, è fare qualche sacrificio a tavola, evitando il consumo di superalcolici e bevande gassate e moderando il vino a un bicchiere al giorno, preferibilmente nei pasti principali.

Inoltre, per depurare il corpo e perdere qualche chilo dopo gli eccessi delle feste, è fondamentale anche cambiare lo stile di vita attuato durante le vacanze praticando con costanza dell’attività fisica.

> Per approfondire: Come smaltire il pranzo di Natale

Di solito muoversi non è sufficiente per consumare in una sola volta le calorie in più che si sono assunte in un pasto, ma inserire un’attività motoria come abitudine stimola il metabolismo e riattiva indirettamente tutte le funzioni organiche, “collassate” in qualche modo dai bagordi delle settimane passate.

> Per approfondire: Perché non bisognerebbe mandare in vacanza l’attività fisica

Mezz’ora al giorno di attività fisica

L’attività fisica diretta al dimagrimento deve essere prima di tutto prolungata nel tempo e in secondo luogo a basso regime. L’esercizio (a intensità leggera o moderata) dovrà essere eseguito per almeno 30-40 minuti, poiché solo dopo la mezz’ora di attività continuata si cominciano a mobilizzare le riserve di grasso, e questo avviene solo mantenendo le pulsazioni cardiache comprese tra i 120 e i 130 battiti al minuto.

> Per approfondire: Quanto camminare ogni giorno per stare bene

Le regole base in questo periodo sono calma, pazienza e regolarità nella pratica dell’attività fisica quotidiana. Il corpo ha bisogno dei suoi tempi fisiologici per ottenere dei miglioramenti, quindi pretendere di accelerare i processi di adattamento e miglioramento non vi servirà a nulla, se non ad avere più disagi che benefici.

> Per approfondire: Perché sudare con il k-way non fa dimagrire

Le discipline di tipo aerobico sono quelle più consigliate: la corsa lenta, il ciclismo, lo sci di fondo moderato, la marcia, il canottaggio e tutti gli sport estensivi di lunga durata. È importante associare a queste attività qualche esercizio di tonificazione generale da eseguire al termine del riscaldamento iniziale.

> Per approfondire: Quanto correre per dimagrire

Credits: Flickr

©RIPRODUZIONE RISERVATA