Lacoste, il famoso simbolo lascia spazio ad animali in estinzione

lacoste_01

La famosa marca d’abbigliamento francese fondata René Lacoste nel 1933 ha abbandonato, temporaneamente, il suo famoso coccodrillo per inserire in un’edizione limitata di magliette le icone di alcuni animali a rischio di estinzione. 1775 polo Lacoste la cui vendita è a favore dell’associazione Save Our Species.

>>Leggi anche: “We, the people”, fotografie che uniscono terra, natura, ambiente e popoli

Dieci animali a rischio

I loghi che appaiono sulle magliette, solo bianche, appartengono a 10 specie animali in via di estinzione: il condor della California,  la tigre di sumatra, il gibbone di Cao Vit, il kakapo,  la focena del Golfo di California, il lepilemure settentrionale, l’iguana di Anegada , il saola (o bue Vu Qang), la tartaruga rugosa birmana e il rinoceronte di Giava.

>>Leggi anche: “Artico. Ultima Frontiera”, oltre 60 foto a difesa dell’ultimo baluardo della natura

lacoste_00Edizione limitata nel vero senso della parola

Ogni maglietta è stata prodotta nel numero effettivo rimasto di questi animali che rischiano di scomparire dal nostro pianeta. Un esempio per quanto riguarda la polo raffigurante la tigre di Sumatra troverete solo 150 esemplari.  Il costo di queste magliette ‘speciali’ è di 150 euro.

>>Leggi anche: In oltre 40 anni è scomparsa la metà degli animali selvatici del mondo

Un pensiero anche ai coccodrilli

Anche coccodrilli, caimani e alligatori sono tenuti in grande considerazione dalla marca francese, tanto che in un progetto legato alla difesa della biodiversità e dell’ambiente, la Lacoste partecipa attivamente al ristabilimento degli ecosistemi nei quali vivono questi animali, sostenendo i progetti del parco nazionale delle Everglades in Florida.

>>Leggi anche: Kissimmee, la porta d’accesso alle Everglades

 

[photo credits: lacoste.com, saveourspecies.org]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *