Le valli scozzesi più belle dove fare trekking e mountain bike

glen_trool_0

In Scozia dicono che ogni valle abbia un suo carattere e che in base al tempo, alla stagione e anche all’umore di chi le percorre, non è mai la stessa, muta. “Glen” è la parola scozzese che significa valle. La maggior parte ha una forma a U e sono state scavate dai grandi ghiacciai che hanno disegnato la ricca morfologia di questo paese e che si sono ritirati da questa zona del mondo circa 11.500 anni fa. Sono luoghi dove gli appassionati di trekking, ma anche di biking possono trovare scenari ideali per lunghe passeggiate, passando da posti solo sfiorati dal tempo e dove, se ascoltate bene, potete sentire ancora oggi riecheggiare le battaglie tra i vari clan.

>>Leggi anche 3 consigli per visitare la Scozia d’autunno

glencloeL’aspra Glencoe

Una bellissima montagna a forma piramidale, Buachaille Etive Mor, sicuramente tra le più fotografate e riconoscibili montagne delle Highlands scozzesi,  è la silente guardiana nell’ingresso di Glencoe. Qui vi accoglie un panorama incredibile: rocce scoscese, ripidi crinali, cascate rombanti. Con una camminata di circa mezz’ora lungo un sentiero non sempre facile da affrontare, si arriva in un luogo tra i più “segreti” di questo glen, la Valle Perduta. In questo punto della valle, si dice, il clan dei MacDonald nascondesse il proprio bestiame per difenderlo dalle ruberie dei clan avversari.

Questa zona della Scozia è un vero paradiso per gli escursionisti e scalatori in tutte le stagioni, e sciatori e snowboarder in inverno. I visitatori possono anche noleggiare mountain bike e imboccare le numerose piste ciclabili che sono state appositamente realizzate per visitare e godere di questo luogo davvero magico.

>>Leggi anche Trekking in Scozia: la West Highland Way

Dove soggiornare e mangiare

Nella zona diversi i B&B come il Tom Eachainn o la Hilview Guest House, ma anche una zona dedicata ai camperisti, Bunree Caravan and Motorhome Club Site.  Possibile ovviamente le sistemazioni in hotel o in graziosi cottage.  Per quanto riguarda la soddisfazione del palato, buon cibo e ottime birre si possono gustare al The Laroch Restaurant a Ballachulish, mentre per un pranzo veloce o una colazione in perfetto stile scozzese, consigliamo il Glencoe Cafe a Glencoe Village.

glen_trool_2La lussureggiante Glen Trool

Lasciando le Highlands si possono trovare valli altrettanto belle e ricche di paesaggi da godere e visitare come il Glen Trool, che si trova nella zona del Dumfries e Galloway  e che offre percorsi  incantevoli nei boschi e lungo sentieri ancora selvaggi. Qui Robert I Bruce, re di Scozia, vinse una famosa battaglia lanciando rocce sui suoi nemici dalla collina che circonda la valle. Un luogo ideale per fare trekking su sentieri molto ben segnalati e pedalare lungo le ciclabili.

Dove soggiornare e mangiare

Nelle vicinanze del Glen Trool, a Newton Stewart, il Bruce Hotel è una sistemazione non troppo cara che offre camere tranquille e anche un ristorante con ottimo cibo e ampia scelta sul menu. Un po’ più distante, ma con un ottimo rapporto qualità-prezzo è il Malin Court Hotel. Diverse e diversificate le scelte per mangiare come all’accogliente Scent of Galloway o il più raffinato (anche nel prezzo) House O’Hill Restaurant.

>>Leggi anche Gli Highland Games, tra prove di forza, canti, balli e…fiumi di birra

great_glenLa colossale Great Glen

Questa valle è come una grande frattura che spacca le Highlands in due, da Fort Williams a Inverness. La Great Glen offre diverse opportunità sia per il trekking, sia per gli appassionati delle due ruote. Un lungo sentiero che si estende per quasi 120 chilometri attraverso la Scozia e che si può percorrere a piedi, in bicicletta e persino in canoa.

Lungo questo percorso è possibile fermarsi in luoghi davvero sorprendenti come Loch Lochy, Loch Oich e le foreste che circondano Loch Ness fino ad arrivare sulle sponde di questo lago a buon diritto considerato tra le più grandi meraviglie naturali della Scozia, sperando magari di intravedere la mitica Nessie, creatura leggendaria che vivrebbe nelle acque del lago.

Un’altra tappa consigliabile lungo questo percorso è la foresta di Leanachan, famosa per i suoi percorsi sia per il trekking, sia per le mountain bike. Chilometri di sentieri sui versanti settentrionali del Ben Nevis, compreso il Witch’s Trail (sentiero delle streghe).

>>Leggi anche Hermitage, a piedi nella foresta di Tolkien in Scozia nella magia dell’autunno e del foliage

Dove soggiornare e mangiare

L’estensione di questo Glen offre ovviamente una vasta scelta di luoghi dove fare tappa o da dove partire per escursioni a piedi o in bicicletta. Uno di questi è Fort Augustus dove una posizione suggestiva, direttamente sulla collina che si affaccia sul Loch Ness, occupa The Lovat, forse non per tutte le tasche, ma in perfetto stile scozzese. In questa località vale la pena fermarsi anche per un panino e una birra e osservare le barche che superano le chiuse del canale di Caledonia.

>>Leggi anche 10 buoni motivi per dire “Sì” alla Scozia

Per informarsi un po’..

Ci sono diverse guide che possono dare informazioni sulla Scozia e sulle sue bellezze, una di queste è quella di Lonely Planet. Per quanto riguarda nello specifico una delle mete che abbiamo segnalato, esistono alcune guide  in inglese, la “Great Glen & Loch Ness Cycle Map” per chi volesse percorrere questa zona in bici oppure dedicata anche ai ‘camminatori’,  “The Great Glen: a guide for walkers and mountainbikers”.

 

Photo credits: visitscotland.com

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *