Le palestre a cielo aperto in città

Pozzuoli Città Palestra

Milano ne conta ben 320, ma le palestre a cielo aperto si trovano in tutte le principali città italiane: percorsi vita e fitness, campi da basket, aree per lo skateboard o per il parkour… Per tenersi in forma praticando lo sport preferito senza chiudersi tra le quattro mura di una palestra, le alternative sono numerose. Per la gioia di chi resta in città anche ad agosto.

Milano
Ha più campi di basket di Manhattan (sono 153), una cinquantina di campi da calcio e calcetto e in tutto oltre trecento spazi per l’attività outdoor, facilmente rintracciabili grazie alla mappa interattiva delle palestre a cielo aperto creata dal Comune di Milano e dall’assessorato Sport e Tempo Libero, con l’aiuto degli utenti. Sempre aperti, i tracciati per correre, i percorsi vita, le aree dove praticare fitness, i campi da gioco sono sparsi per i polmoni verdi (e non solo) della città e dei dintorni.

Esistono persino aree ideali per il parkour, lo skateboard (cinque aree tra cui lo skatepark Barrio’s di via Boffalora, zona Barona), il freesbee, le bocce e la slackline, la corda piatta per i giochi di equilibrio con cui cimentarsi nei giardini di Largo Marinai d’Italia o al Parco di Trenno. Fra le novità, il parco di baseball disegnato da Faso (Nicola Fasani), il bassista di Elio e Le Storie Tese, e inaugurato al Parco Forlanini pochi mesi fa, primo spazio pubblico in Italia dedicato a questo sport.

Torino
I numerosi parchi della città vantano impianti e attrezzature sportive dove allenarsi liberamente: il parco della Pellerina, il parco del Meisino, la strada del Portone, per citarne alcuni, dispongono di percorsi ginnici, mentre all’interno del Parco del Valentino, del Giardino Luigi Firpo, del Parco Cavalieri di Vittorio Veneto esistono vere e proprie aree fitness. Tra le più attrezzate c’è quella di Parco Ruffini, lungo il percorso utilizzato di solito dagli appassionati di jogging, dotata di componenti molto simili alle attrezzature presenti in una normale palestra al coperto.

Per gli amanti di canoa, kayak e canottaggio, il fiume Po nel tratto torinese è quasi interamente navigabile con piccole imbarcazioni: i tratti più suggestivi si trovano presso i Parchi del Valentino e delle Vallere a Moncalieri, dove numerose società remiere propongono a turisti e cittadini corsi di canottaggio e noleggio di imbarcazioni. Nel verde di Villa Genero, Parco del Nobile, Cascina Bert, Parco del Valentino, fino al 6 settembre si può provare l’arrampicata sportiva seguiti da insegnanti professionisti dell’ASD Verticalife, all’interno dell’evento Vertical Summer.

Durante i weekend di luglio e agosto, infatti, sono previste attività sportive rivolte a giovani e a meno giovani all’interno di quattro parchi della città. E non parliamo di sport banali e noiosi (ammesso che ce ne siano), che potete fare dovunque nel corso di tutto l’anno. Volete qualche esempio? Acrobatica e ruota di Rhon (evoluzioni acrobatiche all’interno di una ruota metallica), orientamento ed eco-sport (orienteering), capoeira, gioco arrampicata & tree-climbing (arrampicata in assoluta sicurezza sugli alberi), mountain bike. Discipline che difficilmente avrete già fatto nella vita, e che invece durante la Vertical Summer avrete occasione di provare seguiti da insegnanti professionisti, in tutta comodità nel parco dietro casa (Villa Genero, Parco del Nobile, Cascina Bert, Parco del Valentino).

Bologna
Si chiama “Parchi in movimento” l’iniziativa della città di Bologna attiva fino a fine settembre (con pausa dal 4 al 14 agosto) in 14 parchi cittadini, per accogliere residenti e turisti di passaggio che vogliono praticare sport all’aria aperta. Grazie ad alcune associazioni coinvolte, si possono seguire gratuitamente (è prevista la spesa di iscrizione all’associazione e della polizza assicurativa) lezioni di thai-chi e qui gong, nordic walking, yoga, ginnastica di ogni genere o semplici camminate (anche insieme al proprio cane, al parco di Villa Angeletti) sotto la guida di un istruttore esperto. Qui il programma con orari e appuntamenti.

Lucca
A Lucca è tornata “Una palestra a cielo aperto”: fino al 30 agosto, al Baluardo San Regolo, ogni giorno eccetto la domenica – nel tardo pomeriggio a rotazione – tutti potranno praticare gratuitamente il pilates, lo zumba, l’aero vintage e allenarsi all’aria aperta. Le attività sono patrocinate dal Comune di Lucca e dall’Opera delle Mura e organizzate dalla Palestra Life, che propone anche sedute di personal trainer, sempre gratuite (su prenotazione), il sabato dalle 9 alle 12. Partner dell’iniziativa, LuccaMarathon e l’azienda Diadora, che sarà presente con alcuni appuntamenti per far provare ai cittadini le scarpe sportive più adatte.

Roma
Non si contano i parchi e gli spazi aperti dove fare sport a Roma: le antiche ville romane, gli orti pubblici, i grandi giardini cittadini sono i luoghi ideali dove correre, camminare, andare sui rollerblade o fare acrobazie sugli skateboard. Si può scegliere tra il Parco dell’Appia Antica, le mura di Villa Borghese, il laghetto di Villa Ada o Villa Pamphilj, dotata di un punto jogging dove ci si può cambiare e lasciare le borse durante la sessione di allenamento. Dopo gli appuntamenti primaverili, a metà settembre riprenderà l’iniziativa “Sport nei parchi”, con domeniche dedicate alle attività all’aria aperta, fra le quali yoga, zumba, pattinaggio, rugby, volley (qui il programma).

Inoltre, dallo scorso maggio a Roma è tornato Mondofitness, evento dedicato allo sport outdoor giunto alla quindicesima edizione. Fino al 7 settembre, il Villaggio di Viale Tor di Quinto propone ogni giorno (a pagamento) un’ampia offerta di attività per grandi e piccoli, che quest’anno presenta tra le novità l’immancabile crossfit, il parkour e i corsi di cheerleading. A guidare gli sportivi un pool di istruttori federali ed esperti animatori.

Pozzuoli (Napoli)
Quindici chilometri di percorso ginnico sul Lungomare Yalta, con spazi attrezzati per effettuare esercizi di stretching, di riscaldamento, di rafforzamento muscolare, di coordinamento e abilità: è il frutto del progetto “Pozzuoli, città Palestra” realizzato dal Rotaract Club Pozzuoli in collaborazione con il Rotaract Distretto 2100 ed il Comune di Pozzuoli, con l’intento di promuovere l’attività fisica attraverso l’utilizzo degli spazi comuni dell’ambiente urbano. A guidare gli “atleti”, delle bacheche esplicative che forniscono informazioni sul percorso completo, le varie attrezzature disponibili e il loro corretto utilizzo, le calorie che si bruciano con l’esercizio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA