Perché cade la catena della bicicletta

Perché cade la catena della bicicletta

La catena della bicicletta che cade è un problema molto comune in chi usa le due ruote: a volte la catena cade sotto sforzo, quando si spinge sui pedali o in salita, sia con le bici da corsa che con le MTB, altre volte la catena salta anche quando è nuova, e non è mai semplice capire perché cade la catena della bicicletta. Esistono infatti numerose cause per cui la catena della bici salta mentre si pedala. Vediamo di capirle, individuando i motivi per cui salta la catena dalla corona o dai pignoni e i rimedi per evitare che succeda ancora.

I motivi per cui la catena della bici salta e cade

In linea generale i motivi per cui la catena della bici salta e cade possono essere raggruppati in 3 categorie: usura, cattiva regolazione, danni accidentali dovute a cadute o simili. Vediamo di spiegarli nel dettaglio.

Catena arrugginita

È il motivo più banale e facile da individuare per cui salta e cade la catena della bicicletta: una catena arrugginita si vede anche a occhio nudo e basta osservarla passare nel deragliatore posteriore o sui pignoni per accorgersi come le sue maglie non si piegano naturalmente. Un primo tentativo può essere quello di lubrificare la catena con dell’olio per catena della bicicletta, ma se la ruggine è molta e il problema non si risolve, bisogna cambiare la catena.

La catena è vecchia e consumata

Sì, anche la catena della bicicletta si consuma e quando questo accade tende ad allungarsi, faticando ad accoppiarsi ai denti dei pignoni o della corona. Anche in questo caso la soluzione è sostituire la catena. Se nonostante la sostituzione, la catena continua a saltare e cadere allora è molto probabile che una catena allentata o arrugginita abbia rovinato i pignoni: per capirlo serve un occhio allenato a osservare i denti, che se rovinati hanno la forma di uncino. Un buon modo per capire se i pignoni sono usurati è osservare su quali rapporti salta la catena: ragionevolmente dovrebbero essere quelli più usati, a meno che non si tratti di rapporti estremi che è sempre sconsigliato usare (corona grande – pignone grande; corona piccola – pignone piccolo, come spiegato qui).

Le maglie della catena sono rigide

Se non tutte, probabilmente qualcuna: basta girare all’indietro e lentamente i pedali, facendo ruotare indietro la guarnitura, per rendersi conto se c’è una maglia rigida che non passa bene sui pignoni o nelle rotelle della puleggia. Se il problema non si risolve lubrificando la catena bisogna allentare le maglie rigide: se si è esperti si può fare anche piegandole lateralmente con le mani, ma se si è inesperti è meglio rivolgersi a un ciclista competente.

La catena è rotta

Non nel senso di spezzata ma potrebbe essersi rotto uno dei rullini cilindrici, oppure potrebbe essersi staccato dal rivetto: per capirlo serve controllare ogni maglia della catena, con un calibro specifico, ed è un lavoro complicato e lungo da fare. Ma se non avete risolto il problema con i consigli precedenti è il caso di considerare anche questa ipotesi. Se così fosse, occorre cambiare la catena.

Il deragliatore posteriore è regolato male o piegato

Il deragliatore posteriore permette di far passare la catena da un pignone all’altro modificando così i rapporti. Se è piegato o mal regolato o piegato metterà in tensione la catena in modo scorretto, facendola saltare o cadere: per rendersi conto se il problema dipende dal deragliatore bisogna far ruotare i pedali e la catena al contrario, controllando che la catena non si incastri. Se questo invece accade occorre regolare o sostituire il deragliatore, e conviene rivolgersi a una ciclofficina competente.

Cavi o guaine dei cambi usurati

Il problema della catena che salta in una bici coi cambi potrebbe essere a monte di guarnitura, pignoni e deragliatori: anche cavi e guaine usurati, sfilacciati, sporchi o arrugginiti tendono a posizionare i deragliatori in modo scorretto, e questi poi fanno pressione sulla catena portandola a saltare e cadere. Il problema si risolve sostituendo cavi e guaine, che non è un lavoro banale e conviene farlo fare a una ciclofficina.

Le pulegge posteriori sono allentate

Le pulegge posteriori, che tengono in tensione la catena, si possono allentare, spostandosi così lateralmente e facendo saltare e cadere la catena. Il problema si dovrebbe risolvere serrando alla giusta tensione il bullone che fissa la rotella alla gabbia, ma è un lavoro delicato da fare senza premere troppo ed è meglio farlo fare a una ciclofficina, se non si è esperti.

Photo credits: CC Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *