Rincorrere il sole in bici da Cesenatico a Tirrenia

chase_the_sun_cartina

Seconda edizione, sabato 23 giugno, della “Chase The Sun Italia – Enervit”., la più romantica sfida in bicicletta su lunga distanza: da costa a costa, da est a ovest, da Cesenatico a Tirrenia, si pedala a ritmo libero rincorrendo il sole dall’alba al tramonto: 272 i chilometri da percorrere, con 3.300 metri di dislivello. Come suggeriscono gli organizzatori del Turbolento, “è molto più di una gara, è una sfida con se stessi, per cui è bene presentarsi in buone condizioni”.

>>Leggi anche: Chase the Sun 2017: da Cesenatico a Tirrenia. Ecco come affrontare la sfida

chase_the_sun_1Come nasce la simpatica impresa

La Chase The Sun nasce nel Regno Unito nel 2009 per  festeggiare il Solstizio d’Estate, di qui la decisione di programmarla sempre il sabato più vicino al 21 giugno. La prova inglese, che quest’anno tocca la decima edizione, muoverà il 23 giugno da Minster, nell’isola di Sheppey a Burnham, da est a ovest, lungo 205 miglia (330 chilometri) in cui sono previsti 1.200 metri di dislivello. Essendo concomitanti, potete scegliere a quale delle due “rincorse al sole” partecipare.

Vivere una giornata in bici

Il presupposto, In Gran Bretagna come da noi, è vivere una giornata in bici, dall’alba al tramonto, gustandosi il paesaggio e pedalando a ritmo libero, in base alle proprie condizioni fisiche. Ma dato che la distanza non è per tutti, per partecipare occorre un’adeguata preparazione. Non per caso ve ne parliamo con largo anticipo. E’ obbligatorio l’uso del casco.

>>Leggi anche: Cicloturismo: 10 consigli pratici per una vacanza in bicicletta

chase_the_sun_2In premio la soddisfazione

Non esiste una graduatoria, non ci sono medaglie di partecipazione. Solo un riconoscimento a ricordo e la soddisfazione di aver partecipato a un evento molto speciale e di averlo portato a termine. Esiste la comunità internazionale di coloro che l’hanno portata termine, i cosiddetti “finisher”.

Da soli o in staffetta di tre, mista

Alla Chase The Sun Italia – Enervit si può aderire da soli o con una staffetta di tre elementi, di cui uno dev’essere per forza una donna. I 3 componenti si alterneranno liberamente percorrendo ognuno non meno di due terzi dell’intero percorso, quindi 180km dei 272 in programma, anche in differenti momenti della prova.  I frazionisti in auto (una sola auto per ogni squadra di tre elementi), dovranno seguire i compagni di squadra e rendersi disponibili, in caso di richiesta o necessità, per assistenza a tutti partecipanti.

>>Leggi anche: Bicicletta strumento di libertà e impegno ambientale

Gli highlights dell’edizione 2017

Organizzazione logistica e iscrizioni

Ogni partecipante si dovrà organizzare durante il percorso e per l’alloggio. Le iscrizioni sono aperte sino alle 18 dell’8 giugno 2018 e si chiuderanno a quota 180 partecipanti . Il numero chiuso serve a garantire a tutti sicurezza e divertimento. Lo scorso anno da Cesenatico partirono 10  in 86 alle 5.10 del mattino, quasi tutti raggiunsero Tirrenia entro il tramonto, alle 21.03. Ci si iscrive su blog.turbolento.net. Il costo dell’iscrizione individuale è di 125 euro (sino al 31 marzo) e di 135 euro dal primo aprile all’8 giugno. Il costo della iscrizione come staffetta è di 375 euro.

Per tutte le informazioni relative alle iscrizioni e a che cosa danno diritto vi rinviamo al blog.turbolento.net/chase-the-sun-2018-informazioni/

I non tesserati sono ammessi

A patto che si presenti un certificato medico di idoneità all’attività sportiva agonistica, in corso di validità, la partecipazione alla Chase The Sun è aperta anche ai non tesserati. Non saranno ammessi certificati con più di 11 mesi dalla data del rilascio, vale a dire in scadenza prima del 23 luglio 2018. Il certificato medico dovrà essere inviato in formato digitale ben leggibile (scansione o fotografia), all’atto dell’iscrizione a turbolento@thinkbike.it E’ richiesta anche una polizza assicurativa personale che copra dal rischio infortuni e RC.

>>Leggi anche: 10 cose sbagliate da non fare in bicicletta

chase_the_sun_cartinaIl percorso in dettaglio

A Cesenatico il punto di controllo in avvio di un tracciato che prevede quattro salite e un percorso vallonato. La prima salita al km 38, in 7 km si sale di 305 metri, scollinando in località Rocca delle Caminate. Discesa tecnica a Predappio quindi seconda salita al Valico Tre Faggi, quota 930mslm Cima Coppi di questo percorso, 860 metri di dislivello, in poco meno di 40 chilometri. I primi venti sono dolci e pedalabili, mentre la seconda parte richiede maggiore impegno. Passaggio al secondo punto di controllo Bar Cavallino – km 93,5 Al km 162 la terza salita, quella di Carmignano, 380m di dislivello in circa 12km per scollinare a 420m slm. Terzo punto di controllo il ristorante Il Pinone – km 174.che è anche cancello di chiusura (vedi sotto) A seguire, 15.30 quarta e ultima salita al Passo Prato Ceragiola tra Buti e Calci, tra i chilometri 223 e 234 si sale di 610m lungo la SP del Monte Serra, quarto punto di controllo ristorante I Cristalli – km 234. Finish Tirrenia: quinto punto di controllo .

>>Leggi anche: La ciclabile del’Anello Verdiano, in bici da Polesine Parmense Soragna, fra campagna, cultura e cibo

Un cancello di chiusura

L’orario limite per ripartire dal secondo punto di controllo – km 174 ristorante il Pinone/vetta salita di Carmignano – è  alle 16.00. Da lì mancano all’arrivo poco meno di 100 chilometri con la salita di Buti, piuttosto impegnativa. Chi riparte dal Pinone dopo le 16.00 dovrà saltare il 3° punto di controllo in località Prato Ceragiola, evitando così la quarta e ultima salita, tagliando da Bientina verso Vicopisano, lungo la piccola strada che segue il Fosso della Serezza. Ci si rimette in traccia in località Mezzana (Pisa).

>>Leggi anche: Lungo la costa della Toscana in bici

 

[photo credits: turbolento.net]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *