Se usiamo la bici 30 minuti al giorno invece che l’auto abbassiamo la pressione e viviamo di più felici

Foto: facebook.com/ofobikesharing/

Sono i dati a parlare: il passaggio ai combustibili puliti (o maglio a quelli più puliti rispetto a quelli di origine fossile) potrebbe allungare la vita di ogni cittadino di 3 settimane, far risparmiare 45.000 vite all’anno, oltre a risolvere sostanzialmente i problemi collegati ai cambiamenti climatici. Ma non solo: secondo il rapporto C40 Cities, l’ente che monitora le pratiche con cui stiamo affrontando il cambiamento climatico, i vantaggi del commuting sono anche (tanti) altri.

>> Leggi anche: Andare al lavoro in bici rende più sani e felici

Cosa stanno facendo le città

Non è un caso che alcune città incominciano a prendere seriamente questa sfida. Ad esempio il sindaco di Parigi Anne Hidalgo, che l’autunno scorso ha lanciato un programma che porterà al bando delle auto diesel entro il 2024 e di quelle a benzina entro il 2030: da questa data nella capitale francese circoleranno solo mezzi elettrici. A Oxford si punta alla circolazione a emissioni zero nel centro città dal 2020, per estendere poi il bando dei mezzi a carburanti fossili entro il 2035.
>> Leggi anche: 6 benefici del ciclismo per le donne

 

bici_budapest_sharing

Cosa succede se sostituiamo l’auto con la bicicletta

Il commuting, secondo il rapporto C40 Cities, porterebbe a una riduzione del particolato PM2.5 a livelli tali da salvare 400 vite all’anno e allungare la vita media di ogni cittadino di 21 giorni. Se ogni città decidesse di seguire l’esempio di Parigi, si calcola che si potrebbero prevenire più di 45.000 morti premature ogni anno. Ma nel report si parla anche dei vantaggi che avrebbero le persone sostituendo negli spostamenti urbani l’auto con la bicicletta o con una passeggiata.
Pedalare o camminare per 30 minuti al giorno, cinque giorni a settimana, significherebbe:

23% di rischi in meno di malattie cardiache

23% di rischi in meno di ictus

15% di rischi in meno di diabete di tipo 2

14% di rischi in meno di depressione

12% di rischi in meno di cancro al seno

11% di rischi in meno di demenza

8% di rischi in meno di cancro al colon

 

Lo spiega anche il tweet di C40 Cities

 

>> Leggi anche: In bici in città: 10 consigli pratici per la sicurezza

 

150 minuti al giorno

Abbiamo già raccontato come cambierebbe il mondo se tutti avessimo una bici elettrica. Fare movimento aerobico di media intensità per 30 minuti al giorno corrisponde del resto alle indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che invita a fare almeno 150 minuti di attività settimanale (circa 20 minuti al giorno), o i fatidici 10 mila passi quotidiani. I benefici che possiamo ottenere vanno a vantaggio di noi stessi e delle nostre città, il che significa che poi tornano di nuovo a riverberarsi positivamente sulla nostra salute.

 

>> Leggi anche: Perché andare in bicicletta ha a che fare con la felicità

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *