Trekking in Norvegia sul Lysefjord: i brividi del grande Nord

Preikestolen Lysefjord Norvegia

Regno delle escursioni nordiche, la Norvegia è un paese puro e incontaminato, caratterizzato da un territorio aspro ma nello stesso tempo vario ed affascinante: le centinaia di fiordi con pendii rocciosi e assolati del sud del paese contrastano con i paesaggi dell’estremo nord, caratterizzati da enormi altipiani popolati da renne, dal sole di mezzanotte e dall’aurora boreale.

Per provare emozioni uniche e memorabili momenti di pura adrenalina, il Preikestolen, che si affaccia sul meraviglioso fiordo di Lysefjord (il fiordo della luce, nei pressi della città di Stavanger), è una delle attrazioni più gettonate, tanto che ogni anno attira oltre 200mila visitatori.

> Leggi anche: 8 cose molto outdoor da fare a Oslo

Il punto di partenza delle escursioni verso la rinomata “roccia pulpito” è il Preikestolen Fjellstue, un rifugio alpino a 270 metri d’altezza: un posto piacevole per una breve sosta prima di partire per le circa 2 ore di cammino lungo il sentiero che sale per 350 metri attraverso un terreno irregolare fino al Preikestolen, l’incredibile falesia di granito alta 604 metri formatasi con il disgelo 10mila anni fa.

Il plateau del Preikestolen a strapiombo sul Lysefjord regala una vista meravigliosa del fiordo dalla cima di una roccia completamente sospesa nel vuoto e senza alcuna protezione, una peculiarità che costituisce parte della sua fortuna e fama.

Sebbene il Preikestolen sia già di per sé una meta straordinaria, da qui si può partire per salire fin sul Kjerag, la vetta che sovrasta tutte le altre dai suoi 1084 metri di altezza: la si raggiunge in circa 2 ore di cammino e, oltre che come base per l’arrampicata e il base jumping, è celebre anche per il masso incastrato in un crepaccio a 1000 metri di altezza sopra il fiordo.

> Leggi anche: Guida al trekking: 12 consigli per cominciare

Quando partire? Considerato il clima nordico il periodo migliore è senza dubbio quello che va da aprile a ottobre, quando i sentieri non sono innevati e camminare è senza dubbio più semplice. Per cominciare a organizzare il viaggio si trovano le prime informazioni sul sito www.visitnorway.com

Credits: FlickrCC Chris Zielecki

©RIPRODUZIONE RISERVATA