8 motivi per fare una grigliata in autunno

Ottobre e inizio novembre, con l’estate di San Martino, potrebbe essere l’ultima occasione per un barbecue in compagnia. Le grigliate d’autunno, oltre alla carne, hanno clima e sapori diversi rispetto a quelle estive, portati dai prodotti di stagione. Ecco, dopo il decalogo degli chef stellati per la grigliata perfetta, alcuni suggerimenti utili per godersi la brace al fresco.

Il clima aiuta

Banalmente, fa meno caldo e chi si occupa del barbecue non deve sudare come una fontana per curare la griglia. Inoltre mangiare la carne al fresco dà più soddisfazione e in generale si suda di meno.

> Leggi anche: Le 10 migliori mete per il foliage

Lato social vero

No, non quello dei selfie (che pure sono un must durante i barbecue) ma quello della socievolezza reale. La ripresa dei corsi, i primi allenamenti, il post-gara di running, le ultime celebrazioni della vita outdoor. Per organizzare una grigliata basta poco, ma sono davvero le ultime occasioni dell’anno e vale la pena tentarle tutte.

> Leggi anche: 4 speaker wireless per le giornate all’aperto

Puoi osare di più

L’atmosfera più sbarazzina del barbecue autunnale può spingere a sperimentare senza rischi. Al di là delle carni tradizionali che non tramontano mai, un’idea interessante è il pollo alla cajun, da marinare per 24 ore in olio, aglio, sale, pepe, peperoncino, erbe e formaggio fresco: una volta sulla griglia, cuoci per un’ora a braci moderate.
Un’altra proposta originale può essere la combinazione bacon & eggs tipica della colazione inglese: adagiare una fetta di pancetta in uno stampino spennellato di olio e poi rompervi dentro un uovo, poi adagiate sulla griglia a braci accese e cuoci per 15 minuti.

> Leggi anche: Tutti i segreti del barbecue perfetto

Gusta gli ortaggi di stagione

Sono le ultime occasioni per gustare gli ortaggi estivi come melanzane e zucchine, che stanno arrivando a fine corsa, ma anche per assaggiare i prodotti autunnali.
L’indivia belga è un’insalata che rende molto se cotta sul barbecue. Così come le patate, che sprigionano il meglio del loro sapore se infagottate nella carta stagnola e infilate sotto la cenere. Finocchi, carote, radicchio, ravanelli e cipolle possono dare il tono a una grigliata vegetariana o aiutare a arricchire i contorni.

> Leggi anche: 7 salutari sostanze fitochimiche che si trovano nella verdura

(Credits: Idaun/Pixabay)

Prova la zucca

I barbecue autunnale è anche l’occasione per assaporare altri ortaggi di stagione e per sperimentare nuove combinazioni. Ad esempio la zucca (che viene più spesso cucinata al forno) è particolarmente succulenta se cotta alla brace: va tagliata a fette sottili e grigliata con la buccia, per poi mangiarla tutta. Girala ogni 3-4 minuti con delicatezza per non romperla e toglila dal fuoco quando prima che rammollisca troppo.
La zucca, non sempre protagonista delle nostre tavole, ha sapore complesso e notevoli benefici per l’organismo: contiene betacarotene, sostanza antiossidante che contrasta i radicali liberi e protegge il sistema cardiocircolatorio.
Non è propriamente salutistico, ma l’abbinament5o con la pancetta croccante può diventare uno dei nuovi piaceri mai-più-senza della tua vita.

> Leggi anche: Crocchette di zucca: perfette per la tintarella

Usa i funghi

No è il caso di sprecare dei porcini con il barbecue, ma i funghi ala brace sono un antipasto ideale prima delle carni, o come contorno.- basta pulirli, affettarli sottili e appoggiarli sulla griglia. Un po’ d’olio, aglio e prezzemolo li insaporiscono prima di servirli.

> Leggi anche: A caccia di funghi: tutte le regole da conoscere

Valorizza le castagne

Anche le castagne danno il meglio se cotte sul fuoco: un modo semplice per fare le caldarroste durante un barbecue consiste nel portarsi una padella bucherellata e appoggiarla al fuoco, sia prima che dopo la bruciatura della legna o della carbonella.

> Leggi anche: Dove andare a raccogliere le migliori castagne d’Italia

Sorpresa!

Un tocco di dolce per chiudere il barbecue: affetta una banana per la lunghezza senza levare la buccia, appoggiaci sopra gocce di cioccolato e avvolgi tutto nella carta stagnola. È un piatto tipico che chiude le grigliate all’americana e prende spunto dai dolcetti d’oltreoceano chiamati s’more.

> Leggi anche: Chi mangia frutta è più felice

©RIPRODUZIONE RISERVATA