A che età comprare la prima bicicletta ai bambini

a che età prima bicicletta

A che età comprare la prima bicicletta ai bambini è la domanda che ogni genitore si fa davanti allo spontaneo interesse che i figli, tutti più o meno, dimostrano rispetto a ogni mezzo di trasporto. Inevitabilmente, più o meno dai 18 mesi, i bambini e le bambine sono attratti da tutto ciò che permette loro di spostarsi in modo divertente e veloce come tricicli, macchinine a pedali e ovviamente biciclette.

Ma quando è il momento giusto per comprare la prima bicicletta al proprio figlio? E quale modello di bici comprare per un bambino? Vediamo di capirlo analizzando le fasi di sviluppo motorio dei bambini, che abbiamo già approfondito qui.

A che età la prima bicicletta per un bambino

Come detto, i bambini dimostrano interesse e curiosità verso tutto ciò che permette loro di spostarsi e divertirsi a partire più o meno dai 18 mesi. Molti genitori a questa età pensano di regalare un triciclo o una macchinina a pedali al proprio figlio, e altrettanti invece pensano di comprare una bicicletta, indecisi tra i tradizionali modelli con i pedali e quelli sempre più diffusi senza pedali.

La cosa importante da considerare quando si pensa di acquistare la prima bicicletta per un bambino è che l’abilità non ancora sviluppata nei bambini in età prescolare, quindi fino ai 5 o 6 anni, e la più difficile da acquisire, è quella relativa all’equilibrio. Assodato questo, ci sono due possibilità: la prima è quella di seguire l’iter tradizionale dal triciclo alla bicicletta con le rotelle pensando che l’ausilio di 3 o 4 punti di appoggio a terra faciliti l’apprendimento da parte del bambino; la seconda è quella di prendere subito come prima bici per un bambino quella senza pedali e lasciargli sviluppare in forma di gioco il senso di equilibrio in sella.

Quando prendere la bicicletta per un bambino

I vantaggi di cominciare ad andare in bici con un modello senza pedali li abbiamo spiegati in modo approfondito qui: sostanzialmente una bici senza pedali permette di acquisire fin da subito la corretta postura e le corrette abitudini per poi andare in bici da grandi, a cominciare dal bilanciamento del peso del corpo e dall’orientamento di spalle, testa e sguardo, rispetto alla direzione di marcia, anche in curva.

Se questo è vero, allora già dai 18 mesi più o meno, o comunque da quando i bambini dimostrano di camminare autonomamente con un regolare equilibrio, si può regalare loro come giocattolo una bici senza pedali, prestando attenzione al fatto che sia della misura giusta affinché il bambino possa appoggiare a terra entrambi i piedi e completamente con la pianta, e che non ci sia il tubo orizzontale che renderebbe difficile salire e scendere o gestire la bici in caso di cadute.

Queste biciclette senza pedali sono perfette per giocare imparando l’equilibrio in sella girando per casa o nei cortili o sulle piste ciclabili e, poiché spesso non prevedono i freni per abituare i bambini ad appoggiare i piedi a terra, occorre prestare attenzione soprattutto alle discese.

Prima bicicletta bambini: che modello dai 3 anni

A partire dai 3 anni si può pensare di prendere una bicicletta tradizionale con i pedali e, se il bambino ha imparato su quelle senza pedali, saltare il passaggio delle rotelle. Per facilitare l’abitudine a una bicicletta vera e propria da parte del bambino è importante che la misura sia tale da permettere di appoggiare i piedi a terra, anche regolando la sella, e magari nei primi tempi si possono togliere i pedali lasciando che il bambino continui a spingere con i piedi a terra e nel frattempo impari a usare i freni, con il vantaggio appunto di imparare contestualmente ad appoggiare i piedi a terra quando si ferma.

A questo punto, già dai 3 anni più o meno, sarà facile, veloce e intuitivo insegnare anche a pedalare e sostanzialmente ad andare in bici autonomamente anche a un bambino.

Credits photo: CC Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA