La nostra prova e recensione delle nuove Brooks Levitate 2

Dopo le prime Levitate abbiamo avuto modo di provare praticamente in anteprima le nuove Brooks Levitate 2, che tengono buono e uguale tutto quello che sta sotto (l’intersuola in DNA AMP e la suola a freccia, esattamente uguali alla prima versione) e hanno invece cambiato completamente la tomaia, che ora è in un tessuto 3D Fit Knit e ha un collare completamente rinnovato ed elasticizzato. La cosa stupefacente è come, cambiando la carrozzeria e tenendo buono il pianale, il motore e le gomme, per fare un paragone automobilistico, cambia completamente la sensazione di corsa.

La prova delle Brooks Levitate 2

Le nuove Brooks Levitate 2 le abbiamo provate per la prima volta a Cascais, in Portogallo, dove il marchio americano ha organizzato la Super Human Academy, una due giorni dedicata a sviluppare i superpoteri che servono per correre secondo la filosofia “Run Happy” di Brooks. In realtà i superpoteri non sono altro che ciò che serve davvero per correre, stare in forma e divertirsi: un po’ di forza nel “core”, un po’ di resilienza e un po’ di equilibrio. È il modo in cui ce l’hanno fatto scoprire (o riscoprire) che è molto da supereroi: per il allenare la forza del core siamo stati affidati alla compagnia di teatro acrobatico Wired che ci ha fatto camminare, imbragati in vita, su un muro perpendicolare come se fossimo delle specie di Spider Man; per la resilienza siamo stati affidati a Wim Hof “The Iceman”, che tra le cose che fa ci sono quella di nuotare (in costume, non con la muta termica) nell’acqua di mare del circolo polare artico e aver corso la mezza maratona del Circolo Polare Artico a piedi nudi e con i pantaloncini corti, e ha cercato di convincerci che con un training sulla respirazione anche noi potevamo buttarci in una vasca di ghiaccio come se niente fosse; e infine per l’equilibrio abbiamo provato il brivido di camminare su una fune d’acciaio tesa a 5 metri d’altezza in compagnia di Eskil Ronningsbakken, uno dei più famosi equilibristi al mondo.

E finalmente, dopo una giornata passata a sviluppare i nostri superpoteri (guarda le foto nella gallery!), siamo andati a correre con le nuove Brooks Levitate 2, una 10 km mista tra sterrato e asfalto lungo la costa più occidentale del Portogallo, ed è qui che ci siamo accorti, nonostante indossassimo le Levitate 2 dal mattino, che rispetto alle prime Levitate è tutta un’altra scarpa.

La recensione delle Brooks Levitate 2

Francamente, nonostante oltre 100 km già corsi con le Brooks Levitate 2, non abbiamo ancora ben capito come la nuova tomaia in Fit Knit con il collarino elasticizzato faccia cambiare così tanto l’esperienza d’uso. Di fatto con le prime Levitate e la loro tomaia così compressiva e contenitiva ci sembrava che il ritorno di energia fosse troppo verticale, spinto verso l’alto; ora con la nuova tomaia (e confrontandole una accanto all’altra, il nuovo collarino è più alto sia sotto il malleolo che dietro, sopra il tallone, con una curvatura maggiore) la sensazione è che l’effetto energizzante, di spinta, di “endless energy” sia più equilibrato in avanti, o per meglio dire all’avanzamento.

Ora, la scarpa perfetta per tutti non esiste, e le sensazioni sono ovviamente personali così come le esigenze e le necessità; e non siamo nemmeno di quelli che credono che ci siano scarpe che ti fanno correre più veloce o più km, almeno per noi “tapascioni”, perché alla fine son sempre le gambe e il fiato a portarti in giro. Però avendo la fortuna di provare le Brooks Levitate 2 e 1 in sequenza sì, possiamo dire che sono diverse e che, a nostro modestissimo parere, la nuova versione è in effetti un miglioramento e non solo un restyling, come spesso accade.

Brooks Levitate 2: il prezzo

Le Levitate 2 da uomo e le Levitate 2 da donna costano ufficialmente 170 euro ma si trovano già a prezzo ribassato, per esempio qui.

> Per recensioni, test e vetrine di tutti gli altri modelli di scarpe da running di Brooks, come Glycerine, Ghost, Adrenaline e Transcend, puoi cliccare qui.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *