Columbia Variant X.S.R., le scarpe da running ibride urban e trail

Columbia Variant X.S.R Recensione

Le Columbia Variant X.S.R. sono scarpe da running ibride che vanno bene per correre tanto sui trail, caratteristica apportata dalla fusione con il marchio Montrail, che della corsa in montagna ha da sempre fatto la sua mission, e su strada, segmento nel quale Columbia ormai da anni propone calzature tecniche: le Columbia Variant X.S.R sono quindi il primo modello all terrain del marchio americano, ideali per chi alterna allenamenti urban, correndo sull’asfalto di strade e marciapiedi, e uscite trail su strade bianche, sentieri di montagna, tratti erbosi e fangosi o veri e propri passaggi tecnici su sassi e pietre: ammortizzazione, stabilità, contenimento, traspirazione e durevolezza sono le caratteristiche principali e migliori delle Columbia Variant X.S.R.

Columbia Variant X.S.R: la recensione

Guardandole all’inizio ci vuole un piccolo atto di fede per pensare che queste Columbia Variant X.S.R siano abbastanza agili e morbide per correre in strada e abbastanza tecniche per fare trail più impegnativi di uno sterrato. Certo protezione e shock absorbing si intuiscono da subito, visto che l’intersuola ha un altezza dal suolo di 23mm al tallone e 15mm in punta, con un drop quindi importante. Appena calzate, e alle prime uscite, sono anche abbastanza rigide e strutturate, con un’ottima sensazione di sicurezza data dalla pianta larga e dal contrafforte sul tallone che aiutano a sentirsi stabili come alla guida di un 4×4. Poi però, finito il rodaggio, si comincia ad apprezzarne anche il comfort dato dalla tecnologia di ammortizzazione PearlFoam, che fornisce ritorno di energia un po’ sulla falsariga di molti materiali ormai di largo utilizzo per le scarpe da running, dal Boost di Adidas al DNA di Brooks all’Everun di Saucony, e si ammorbidisce anche la transizione della rullata, facilitata dalla gabbia FluidFoam.

Columbia Variant X.S.R Recensione

Columbia Variant X.S.R: la prova

Ci sono poi due aspetti davvero interessanti che abbiamo capito durante la nostra prova: il primo è sopra, nella tomaia, il secondo sotto, nella suola. La tomaia è in mesh traspirante, e questo non è certo una novità, ed è senza cuciture, come ormai tutte le migliori scarpe da trail e da lunghe distanze che vogliono eliminare ogni rischio di sfregamento e vesciche o comunque punto di frizione. Inoltre ha degli inserti che la rendono abbastanza strutturata in modo da contenere bene il piede soprattutto nella zona dell’allacciatura, enfatizzando in modo positivo la pianta larga e la tendenza quasi wide toe in punta che lascia spazio alle dita di sentire il contatto con il suolo come succede in molte scarpe USA.

Sotto c’è invece la suola che non è certo un “carrarmato” rispetto alle suole di altre scarpe da trail, e però si comporta bene su diverse superfici tecniche offroad, assicurando tenuta e trazione anche su bagnato, e contemporaneamente ha il look & feel di una suola stradale, adatta quindi a un running urbano. Ma è soprattutto la mescola a essere interessante perché è un mild in grado di non subire abrasioni importanti sull’asfalto e contemporaneamente lavorare bene sullo sterrato: in pratica queste Columbia Variant X.S.R sono scarpe che puoi indossare già in casa per correre un po’ sull’asfalto prima di imboccare il tuo sentiero preferito.

Columbia Variant X.S.R Recensione

Columbia Variant X.S.R: il prezzo

Le Columbia Variant X.S.R. sono state lanciate con un prezzo di listino di 159,95 euro ma si possono già trovare scontate, in base a misure e colorazioni, per esempio qui quelle da uomo e qui quelle da donna.

©RIPRODUZIONE RISERVATA