Cosa far mangiare ai bambini a merenda prima di andare in piscina

COSA FAR MANGIARE AI BAMBINI PRIMA DI ANDARE IN PISCINA

Quando escono da scuola e devono andare in piscina a nuotare i bambini sono spesso affamati. Nella migliore delle ipotesi hanno mangiato abbastanza e adeguatamente a pranzo e fatto una piccola merenda con un frutto a metà delle lezioni del pomeriggio, ma spesso questo non basta loro per affrontare un’ora di lezione di nuoto. Ma cosa far mangiare ai bambini prima di andare in piscina? Da un lato infatti c’è chi teme la classica congestione e non fa mangiare nulla se non almeno 3 ore prima di entrare in acqua; dall’altra chi teme che il proprio bambino non abbia abbastanza energie e però esagera o con la quantità di cibo oppure con una merenda inadeguata allo sport.

Cosa far mangiare ai bambini a merenda prima di andare in piscina per nuoto

Entrambi i timori, tanto quello della congestione quanto quello di avere poche forze, sono legittimi, ma con un po’ di attenzione e scegliendo la merenda giusta si può tappare il buco di fame nei bambini senza rischiare inconvenienti in acqua.

In linea del tutto generale è vero che non bisognerebbe mangiare a meno di 2 o 3 ore prima di praticare sport: questo è vero a maggior ragione per chi pratica nuoto perché la pressione dell’acqua e i movimenti del nuoto potrebbero schiacciare lo stomaco e provocare del reflusso fastidioso e sgradevole. Tuttavia non è nemmeno pensabile che un bambino faccia 1 ora di nuoto in piscina avendo mangiato l’ultima volta a pranzo 5 o 6 ore prima, a seconda dell’orario della mensa a scuola e dell’inizio della lezione di nuoto.

Come prima cosa, a fine estate come in inverno o in primavera, è importante far bere adeguatamente il proprio bambino: anche praticando nuoto in piscina si suda, perdendo parecchi sali minerali. Non è necessario, e anzi è meglio non farlo, proporre al bambino integratori di sali minerali, ma siccome non siamo certi che abbiano bevuto a sufficienza e regolarmente a scuola è sufficiente dell’acqua o al massimo un succo di frutta, se lo gradiscono di più. Da evitare invece assolutamente le bevande gassate e quelle difficilmente digeribili, come talvolta risulta il latte.

Bere prima di mangiare aiuta anche a preparare l’apparato digerente, e andrebbe sempre fatto per favorire l’afflusso del cibo e la conseguente digestione.

La merenda dei bambini prima di andare in piscina a fare nuoto

La merenda dei bambini prima di andare in piscina a fare nuoto dovrebbe essere facilmente digeribile, energetica e in porzioni moderate. Sì ai carboidrati quindi, la benzina di ogni sportivo, e no alle proteine, se non facilmente digeribili, e a tutto quanto è fritto, unto, eccessivamente salato o zuccherino.

Qualche esempio? Sì a una crostatina alla marmellata ma sì anche a un piccolo toast con prosciutto (ma senza formaggio); benissimo qualche biscotto secco, benissimo un frutto (soprattutto se da solo tappa il buco di fame) e benissimo anche le barrette ai cereali, con cioccolato o frutta essiccata o in guscio, se la gradiscono. No sicuramente alle patatine, no alle pizzette con mozzarella (ma una schiacciata tipo focaccia, bianca o anche rossa può andar bene, purché in porzioni moderate). No ovviamente bomboloni, brioche, donuts e dolci assortiti, ma in estate può andar bene un gelato, soprattutto se artigianale e naturale. Sì, ovviamente e per finire, a crackers e altri prodotti da forno come gallette, anche di riso, sempre purché in porzioni moderate.

Cosa far mangiare ai bambini dopo la piscina

Cosa far mangiare ai bambini dopo la piscina è anche più importante della merenda prima di fare nuoto: i bambini hanno nuotato, bruciato energie, sudato, sono stanchi e hanno bisogno di rifare il pieno di energie. Importante, esattamente come prima dell’allenamento, bere, acqua o succo di frutta, anche quelli del tipo succo e polpa. La frutta va benissimo, in particolare quella ricca di fibre e di sali minerali come la banana. Un toast o un paninetto con prosciutto e formaggio (ora sì) vanno benissimo, purché le porzioni siano tali da tappare il buco senza compromettere la cena, oppure sufficienti per sostituire la cena, nel qual caso è importante che ci siano anche delle verdure ricche di fibre e vitamine: può essere una buona idea portare dei finocchi o delle carote da sgranocchiare, o dei pomodorini da mangiare in un sol boccone.

Credits photo: Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *