Cosa fare a Saint Moritz in estate con i bambini, 4 sentieri facili

engadina-bambini-sentieri-corviglia-trottinet-c-engadinstmoritz-christof-sonderegger

 

Se stai cercando informazioni su cosa fare a Saint Moritz in estate con i bambini, il nostro consiglio spassionato è di provare 4 sentieri facili e molto divertenti, adatti ai piccoli, I comprensori dell’Alta Engadina offrono vari itinerari da fare a piedi, ma anche in mountain bike o in monopattino con i bambini di facile-media difficoltà, tematici e istruttivi. Come il Sentiero dei laghi alpini al Corvatsch, che presenta la nuova variante più corta «Rabgiusa», oppure il percorso che da Muottas Muragl scende verso il Paradiso degli Stambecchi di Pontresina e molto altro ancora. Sono occasioni per far stare i bambini all’aria aperta (con tutti i benefici che ne derivano) e farli scoprire geologi, esploratori, naturalisti.

 

A St. Moritz e Engadina con i bambini: passeggiate, bici, animali

Dalle passeggiate su sentieri dolci ai trekking tra le valli e in quota, dalle escursioni in mountain bike alle corse in monopattino, la regione svizzera dell’Engadina è un paradiso per le attività outdoor dei bambini di ogni età. Saint Moritz e le cittadine dei dintorni (ad esempio Pontresina e Celerina), facilmente raggiungibili dall’Italia, fanno da punto di riferimento per esplorare al zona. E si possono attraversare anche con il Trenino Rosso del Bernina, esperienza impagabile per grandi e piccoli.

Qui raccontiamo tutti gli sport che puoi fare nella zona del Trenino Rosso

I bambini, quando si mettono in cammino sui sentieri alpini, hanno bisogno di sapere che a ripagarli della loro fatica, non ci saranno solo prelibati pasti nei ristoranti di montagna o viste mozzafiato. Quello che cercano è soprattutto avventura e scoperta: ecco perché consigliamo di fare una gita in Engadina.

Aspettatevi organizzazione efficiente (siamo in Svizzera!) e strutture di supporto impeccabili, come il sistema di funivie che con costi contenuti permette spostamenti veloci per fare più esperienze nella stessa giornata.

Qui puoi scoprire tutte le passeggiate, tour in bici e lo sci che puoi fare in Svizzera.

 

Corvatsch, Sentiero delle Acque tra le rocce colorate

Al Corvatsch, il Sentiero delle Acque è il percorso, che stimola la fantasia dei bambini, facendoli vestire i panni di talentuosi geologi alla scoperta delle proprietà minerarie e benefiche dei sei piccoli laghetti alpini. Andando in ordine di apparizione, il Lejin Cristal incanta per la sua colorazione verdastra dovuta alla clorite; mentre il Lejin Magnetit per le tracce di magnetite, il minerale che stimola vitalità e forza.

Il più grande dei laghi è il Lejin Malachit, che per via della malachite si confonde con il verde dei prati. Il Lejin Rhodonit è invece ricco di rodonite, la pietra rosa dalle proprietà antiinfiammatorie; mentre l’ultimo e il più piccolo dei sei laghi è il Lejin S-chaglia, che deve il suo nome all’ardesia, molto presente in Alta Engadina e che regala una colorazione cangiante dall’argento al color ruggine lucente.

 

sentiero-delle-acque-corvatsch-2-credit-giovanoli-830x553

 

Il sentiero è circolare, lungo 5 km e di media difficoltà. Si percorre in circa 2 ore ½ dalla stazione a monte di Furtschellas, dove i più piccoli possono divertirsi al “mini zoo” con conigli, capre, galline, e giocare in un parco attrezzato con giochi.

Da quest’anno è aperta anche la nuova variante “Rabgiusa”, più corta e facilmente percorribile, che inizia alla stazione intermedia Furtschellas e sfocia sul Sentiero dell’Acqua passando direttamente accanto al laghetto Lejin Malachit.

Il posto ideale per fare un pic- nic sul Sentiero delle Acque è nei pressi del lago Rhodonit, dove un focolare a legna con griglia per il barbecue è a disposizione in un’area attrezzata. Un consiglio su dove acquistare la carne: il ristorante in quota alla stazione a monte di Furtschellas, La Chüdera, dove sono in vendita salsicce Bratwurst e Cervelat.

Il Corvatsch è anche uno dei posti più belli in cui puoi sciare in Europa: ne parliamo aui

 

Muottas, la Via del Clima tra marmotte e stambecchi

A Muottas Muragl, la Via del Clima è considerata un classico delle passeggiate in Engadina, una meravigliosa escursione di facile livello su un sentiero vario e ben disegnato, che offre un grandioso panorama sulla catena del Bernina, soprattutto presso la Capanna Segantini.

Il percorso conduce in circa 3 ore e mezza dalla stazione a monte di Muottas Muragl a Pontresina, e spiega in 18 pannelli informativi il cambiamento climatico già in atto nel delicato habitat alpino dell’Engadina. I bambini potranno scoprirsi così un po’ scienziati e meteorologi!

Dalla stazione a monte di Muottas Muragl questo itinerario è lungo 6,4 km, percorribile in circa 2 ore e ½, attraversa la Capanna Segantini e termina ad Alp Languard. Da qui si può inoltre decidere di proseguire fino al Paradiso degli stambecchi di Pontresina percorrendo il Sentiero degli Stambecchi che attraversa la Val Languard.

 

engadina-bambini-furtschellas-estate-sentiero-acque-c-gian-giovanoli

 

Indispensabile portare con sé un binocolo per avvistare marmotte e stambecchi! Di questi ultimi se ne contano circa 1700 solo sulle montagne nei dintorni di Pontresina.

È possibile incontrare l’animale simbolo dei Grigioni lungo il sentiero, specialmente in primavera, quando scendono dalle cime per cibarsi dell’erba che cresce rigogliosa e verde sui pascoli.

Il cantone dei Grigioni è anche il paradiso della mountain bike, ne parliamo qui

 

 

Corviglia, mountain bike e monopattino

A Corviglia, i bambini possono scoprire la natura a bordo di un veloce e maneggevole monopattino downhill con due ruote da mountain bike, perfette per tenere il terreno sterrato e in parte ripido.

Il percorso parte dalla stazione a monte di Marguns (2273 m) e termina a Celerina lungo un sentiero naturale che costeggia i prati alpini e attraversa il bosco ricco di profumi. Un’altra escursione facile e di breve durata e con altitudine massima di 2.048 metri, parte da Salastrains e arriva fino a St. Moritz per un tratto in discesa di 2,3 km.

Il sentiero a tema è disseminato di quadri e sculture in legno che raccontano la storia di Schellenursli, il personaggio della famoso favola engadinese. Schellenursli è un bambino che viene deriso proprio nel giorno della più importante festa del paese, la Chalandamarz, ma pieno di coraggio riesce a dimostrare il proprio valore.

 

Diavolezza, passeggiata sul Sentiero Lej

Sulla Diavolezza, l’itinerario più ad alta quota adatto ai bambini (2.973 altitudine massima) è il sentiero Lej da Diavolezza, di difficoltà media. Dalla stazione a monte della Diavolezza si scende per 5,6 km fino alla seggiovia e poi si prosegue costeggiando la cresta del Sass Queder fino al lago Lej da Diavolezza.

Una grande attrazione è il Muots Ravulaunas, il monte dove volano le pernici bianche e che si possono avvistare con un po’ di fortuna. Per arrivare alla stazione a valle della Diavolezza si prosegue facilmente lungo la pista da sci.

 

Come usare gli impianti di risalita in Engadina

Chi prenota più di una notte in Engadin St. Moritz, in uno degli oltre 100 alberghi partner aderenti all’iniziativa, riceve il biglietto “Impianti di risalita inclusi” per arrivare gratis in alto alle vette engadinesi.

Il biglietto offre l’accesso a tutti i 13 impianti di risalita della regione Engadin St. Moritz per il trasporto di persone, mountain bike e altre attrezzature sportive. Inoltre i cani viaggiano gratis.

L’offerta è valida dal 1° maggio al 31 ottobre 2019.

 

 

I nostri consigli per una vacanza attiva in Svizzera

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA