Da scoprire: sci di fondo in Val di Rhêmes

Val di Rhemes (Credits: Fulvio Spada)

In pochi la conoscono e forse per questo è uno dei posti più incantevoli d’Italia: passarci qualche ora sugli sci di fondo vale il viaggio, da qualsiasi città si parta. Lontana dai soliti itinerari valdostani affollati, la val di Rhêmes è boschi di abeti, angoli selvaggi, vista sul ghiacciaio del Granta Parey (3387 m), massicci alpini del Bianco tutto attorno. E 15 chilometri di anello per fondisti di ogni livello, che si snoda in questi ambienti da favola.

La valle è nascosta nell’angolo nordovest del Parco del Gran Paradiso, fra la Valgrisenche e la Valsavarenche, e ci si arriva percorrendo la statale che attraversa la Val d’Aosta fino a Villeneuve. Da lì si sale per circa 20 chilometri seguendo le indicazioni per Rhêmes Notre Dame, il centro più importante, a 1723 metri di altitudine. In realtà “centro” è una parola grossa: si tratta di un paesino di poche case in pietra, qualche ristorante e negozi di noleggio sci. Nessuna colata di cemento, nessuna concessione alle mode e ai riti delle famose stazioni sciistiche della regione come Cervinia e Courmayeur.

Oltre ai percorsi di scialpinismo, a 50 cascate di ghiaccio su cui fare arrampicata e alle piste da discesa e snowboard (con nuova seggiovia quadriposto),  Rhêmes è il paradiso dei fondisti. Più vario e divertente rispetto a quelli di Arpy e Val Ferret, l’anello si muove su un terreno ondulato, ricco di curve, salite e discese di vario livello, ma mai troppo impegnative. Il percorso costeggia le piste di discesa, passa per l’abitato e soprattutto si addentra nei boschi di conifere, un mondo incontaminato dove si possono vivere momenti di pace assoluta e ascoltare il silenzio della natura, cosa ormai quasi impossibile sulla maggior parte delle piste italiane.

Non aggiungiamo nient’altro, per non anticipare troppo e rovinare il piacere della scoperta. La val di Rhêmes è un luogo che rimane negli occhi e nel cuore, e che quasi sarebbe meglio non raccontare troppo in giro, per preservarlo.

Per saperne di più:
Rhêmes Notre Dame
Parco Nazionale del Gran Paradiso
Turismo Valle d’Aosta

©RIPRODUZIONE RISERVATA