Giacca Haglöfs Barrier con tecnologia spaziale cross core, che cos’è

giacca-haglöfs-barier-con-tecnologia-spaziale

La giacca Haglöfs Barier con tecnologia spaziale cross core è stata da poco presentata dalla casa svedese di abbigliamento sportivo. È costruita utilizzando tecnologie spaziali, per dare una protezione ottimale e un’eccezionale resa nella performance. È uno dei capi chiave della collezione primavera-estate 2020 di Haglöfs e il suo nome completo è L.I.M. Barrier Jacket: una giacca protettiva e isolante che utilizza una tecnologia innovativa, studiata per mantenere il calore e la comodità dello sportivo, evitando di rallentarne i movimenti.

La nuova giacca Haglöfs Barier con tecnologia spaziale cross core

Il segreto della L.I.M. Barrier Jacket sta nell’utilizzo dell’isolamento PrimaLoft Gold Cross Core, il materiale isolante più leggero mai scopert,o in cui PrimaLoft ha fuso le sue migliori fibre isolanti con la tecnologia Aerogel. Ad oggi la sostanza solida più leggera esistente al mondo, conosciuta per essere un ottimo isolante termico e utilizzata per le missioni spaziali.
Progettato per essere l’opposto del tradizionale strato isolante spesso e voluminoso, questo prodotto è costruito seguendo la filosofia di tutta la gamma L.I.M., dove le caratteristiche essenziali sono la leggerezza e il minimo ingombro.
Oltre a fornire una buona barriera contro il freddo, la L.I.M. Barrier Jacket, realizzata con materiali riciclati e certificata bluesign, è stata costruita con un solido guscio esterno resistente agli strappi e trattato con DWR per permettere una maggiore protezione dagli agenti atmosferici. Inoltre, in questo capo, come in ogni articolo della linea L.I.M. di Haglöfs, ogni caratteristica aggiuntiva che può influire sul peso, è stata ridotta al minimo.
>> LEGGI ANCHE: Giacche impermeabili da trekking: le caratteristiche fondamentali

Giacca Haglöfs L.I.M. Barrier, come è fatta

La L.I.M. Barrier Jacket (costa 145 euro su Amazon)è stata progettata con un doppio scopo: mantenere caldo e asciutto chi la indossa ed essere il più leggera possibile. Grazie ad una combinazione intelligente di materiali all’avanguardia, la giacca segue il concetto di L.I.M. – “Less is More”: tenere l’essenziale e rimuovere il superfluo.
Per arrivare a questo risultato serve un lungo processo. Ogni articolo viene testato, comparato, valutato e riprogettato svariate volte. Quale materiale utilizzare che pesi il meno possibile senza penalizzare la durabilità, flessibilità, impermeabilità e comprimibilità? Quanto sottile può essere una membrana senza che vengano compromesse le sue qualità? C’è sempre un modo più intelligente di costruire qualcosa, ma non è mai ovvio.
>> LEGGI ANCHE: Giacca invernale: meglio il piumino o l’imbottitura sintetica?

Giacca Haglöfs L.I.M. Barrier, caratteristiche tecniche

I tessuti: 20D GORE TEX Paclite PLUS 2.5-layer, 100% poliammide, tessuto mini-ripstop ultraleggero e opaco, laminato con membrana ePTFE.
La nuova Paclite PLUS, protettiva e a rapida asciugatura, offre il massimo comfort, minimizzando il peso 74 g/m2, testa idrostatica: >28.000 mm, RET: <6
Cappuccio regolabile a 3 vie con visiera laminata e rinforzata
Cerniere resistenti al passaggio dell’acqua
Senza cuciture sulle spalle, fianchi e manica interna: maggiore durata ed evita gli sfregamenti
Tasca con cerniera sul petto
Abbottonatura interna laminata extra-lucida
Maniche articolate con polsino elastico
Orlo regolabile a mano singola
Dettagli riflettenti per visibilità
Lunghezza posteriore centrale 80 cm (taglia L da uomo)
>> LEGGI ANCHE: Le migliori maglie termiche da running per correre col freddo

La L.I.M. Barrier Jacket di Haglöfs è disponibile su Amazon a circa 145 euro. 

 

Se cerchi mete dove sciare spendendo poco, puoi leggere questi articoli

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA