In canoa con i bambini sul Tirino, il fiume più bello d’Italia

Pochi davvero lo sanno ma in Abruzzo scorre un fiume spesso definito “il più bello d’Italia” e in ogni caso il più limpido d’Europa. È il Tirino, un corso breve, 15 km che si snodano nelle province di Pescara e L’Aquila, toccando alcuni paesini che prendono il nome proprio dal fiume e terminando nel fiume Aterno-Pescara, presso Bussi.

Abbiamo provato a navigarlo in canoa con i bambini e vi racontiamo l’esperienza, con foto e video (in fondo).

Perché il Tirino è il fiume più pulito d’Italia e d’Europa

L’eccezionalità del Tirino deriva dalla sua natura carsica e dalle sue tre sorgenti (Capo d’Acqua, Presciano e il lago sotto Capestrano). Provenendo da fonti risorgive, che scorrono per 25 km sotto terra, l’acqua rimane sempre pulita (e aiuta il fatto che non ci sia traffico e inquinamento). Inoltre il fiume, non avendo affluenti, mantiene la stessa temperatura di 11 gradi tutto l’anno, al punto che non ghiaccia mai nonostante le abbondanti nevicate della zona e lo si può navigare anche in inverno.

 

(Credits: Il Bosso)

Il Tirino è frequentato da pescatori che praticano spinning o pesca a mosca (c’è una riserva no-kill nel comune di Capestrano). Le acque del Tirino sono addirittura potabili e vi cresce un’erba, la sedanina, che si può mangiare: l’abbiamo provata e ha un sapore molto caratteristico, un mix di sedano, menta e zenzero.

 

>> Leggi anche: Perché i fiumi più puliti d’Europa sono in pericolo

>> Leggi anche: I migliori fiumi dove fare rafting in Italia

In canoa sul Tirino con i bambini

Per chi ha voglia di vivere una vacanza diversa dal solito e scoprire un vero tesoro nascosto, sul Tirino c’è la possibilità di fare escursioni in sicurezza per tutta la famiglia: a Bussi c’è una cooperativa (Il Bosso) per la promozione del turismo responsabile che organizza gite a piedi, in mountain bike, visite guidate nei boschi e al Centro Visita del Lupo e incontri sulle tematiche ambientali. Ma soprattutto propone un’escursione in canoa sul fiume, un’esperienza da non perdere che siete da queste parti, che secondo noi vale il viaggio in Abruzzo.

 

canoa-bambni-tirino-fiume-pulito-italia-escursione-foto-demori

 

>>Leggi anche: 6 modi per far mare la natura ai bambini

>> Leggi anche: Che kayak comprare per iniziare

 

Come si fa l’escursione in canoa sul fiume Tirino

Dopo essersi iscritti al centro organizzativo della cooperativa il Bosso, a Bussi, ci si sposta di 5 km verso la località San Martino, nel comune di Capestrano (Aquila), presso un camping dove sono ormeggiate le canoe.

La navigazione avviene su canoe da 3 posti, ovvero due ospiti e una giuda per un totale di circa 5 km fra andata e ritorno. Il costo è di 60 euro a canoa, che scende a 55 nel caso di famiglie con figli che necessitano di più di una canoa. È assolutamente necessario prenotare, soprattutto in estate.

 

canoa-bambni-tirino-fiume-pulito-italia-escursione-guida-foto-demori canoa-bambni-tirino-fiume-pulito-italia-escursionecanoa-bmbni-tirino-fiume-pulito-italia-escursione-guida-foto-demorii canoa-bambni-tirino-fiume-pulito-italiacanoa-bambni-tirino-fiume-pulito-italia-escursionecanoa-bmbni-tirino-fiume-pulito-italia-escursione-guida-foto-demori

 

All’andata si pagaia controcorrente fino alla sorgente, fermandosi in alcuni punti in cui le guide spiegano l’origine e l’importanza del Tirino rispetto alla storia, l’economia e la natura del luogo. Intorno, un corso di acqua trasparente che arriva a una profondità di 7 metri, con tratti dai colori caraibici, tunnel fatti di alberi, isolette popolate da tuffetti e altri uccellini e la sensazione di trovarsi in un luogo magico e unico.

 

>>Leggi anche: 4 motivi per portare i bambini all’avventura nella natura

Le sorgenti di acqua e il bagno nel Tirino

Il percorso in canoa è davvero poco impegnativo e adatto ai bambini (di solito entusiasti), con le guide che raccontano anche storie e leggende legate al fiume. La meta del tour è costituita dalle polle da cui sgorga l’acqua, che parte dal Gran Sasso e percorre un cammino sotterraneo di 30 giorni, prima di affiorare qui, alla sorgente di Capo d’Acqua.

 

canoa-bambni-tirino-escursionecanoa-bambni-tirino-fiume-pulito-italiacanoa-bambni-tirino-fiume-pulito-italia-escursionecanoa-bmbni-tirino-fiume-pulito-italia-escursione-guida-foto-demori

 

Le guide permettono di scendere dalla canoa e al limite tuffarsi (l’acqua è piuttosto fredda e rinvigorente) nelle fredde acque della fonte, che sono di una trasparenza incredibile. Qui sta alla sensibilità del singolo decidere se farlo o preferire rimanere in barca per non inquinare le acque più pulite d’Italia: considerate sempre che creme solari, spray antizanzare, sapone, sudore e tutto quello che abbiamo addosso possono contaminare la purezza del fiume, specie se lo fanno tutti. Forse è meno invasivo bere un sorso d’acqua e assaggiare la sedanina, prendendola dalle mani delle guide e non strappandola da sé.

 

 

L’esperienza della navigazione in silenzio

Poi il ritorno, trasportati dalla corrente, in assoluto silenzio (nessuno parla, su suggerimento delle guide), cosa che trasforma questo piccolo viaggio in un’esperienza unica, in mezzo ai suoni della natura. Folaghe, uccelli, fronde che si muovono e animali del bosco sono la colonna sonora di un percorso che sembra una sintesi di tutto quello che vi raccontiamo sempre sui benefici della natura.

 

>> Leggi anche: Stare nella natura è il segreto della longevità

>>Leggi anche: 6 benefici per la salute dello stare nella natura

 

Foto: Il Bosso, Martino De Mori

©RIPRODUZIONE RISERVATA

12 responses to “In canoa con i bambini sul Tirino, il fiume più bello d’Italia

  1. Sono interessata a fare un giro in canoa con i miei figli di 11 e 8 anni, oltre a mio marito, ma vorrei maggiori informazioni su costi, luogo preciso per la partenza e come prenotare. Spero di ricevere una risposta.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *