L’Anello di Giano in MTB sui monti intorno a Fabriano

Uno dei circuiti per mountain bike più belli, antichi e ricchi di storia dell’Italia centrale: si parte e si arriva da Fabriano, nelle Marche, e si pedala su e giù da tutte le montagne che circondano la cittadina in provincia di Ancona. Il giro completo dell’Anello di Giano è di circa 250km, con un dislivello in salita di 7200 metri, fattibile normalmente in 5 tappe omogenee per un totale di circa 30 ore in sella.

L’Anello di Giano per il 25% si svolge su sentiero, per un 60% su carrozzabili e sterrate e per un 15% su strade asfaltate di secondaria importanza, girando in senso orario dall’ampia vallata tra la dorsale appenninica umbro-marchigiana a ovest, quella marchigiana a est, i primi contrafforti dei Monti Sibillini a sud, la Gola di Frasassi e quella della Rossa.

Sabato 8 e domenica 9 è in programma un cicloraduno di 2 giorni sul tracciato nord del percorso, con partenza e arrivo a Sassoferrato, ascensione al monte Catria, tappa all’Eremo di Fonte Avellana e salita a Montelago da cui ripartire la mattina successiva per passare sul Sentiero dell’Aquila e attraversare tutta la Gola di Frasassi prima di tornare a Sassoferrato, impacchettare bici e abbigliamento tecnico e fare tappa verso Fabriano per la mostra Da Giotto a Gentile la cui apertura alla Pinacoteca Civica “Bruno Molajoli”, visto il notevole successo di pubblico, è stata ulteriormente prorogata.

©RIPRODUZIONE RISERVATA