Più outdoor alle Olimpiadi: surf, skateboard, arrampicata e breakdance a Parigi 2024?

 

Quella di Parigi 2024 potrebbe essere un’Olimpiade che darà tanto spazio all’outdoor. Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha approvato in via provvisoria l’introduzione di quattro nuove discipline sportive all’interno dell’edizione successiva ai Giochi di Tokyo 2020. Stiamo parlando dello skateboard, del surf, della breakdance e dell’arrampicata sportiva. Le ultime tre compariranno per l’anno prima volta nel programma olimpico a Tokyo.

 

 

 

>> Leggi anche: Dove fare surf in Italia in estate e d’inverno 

Decisione finale a dicembre 2020

Le Olimpiadi di Parigi 2024 potrebbero passare alla storia per aver permesso a quattro sport di raggiungere, per la prima volta, il massimo livello possibile. Un’edizione dei Giochi che darebbe una visibilità importante a delle discipline popolari e che affascinano grazie alla loro indole creativa e outdoor. I migliori atleti mondiali di skateboard, surf, arrampicata sportiva e breakdance potrebbero quindi competere per una medaglia durante le Olimpiadi della capitale francese. Usiamo il condizionale perché l’approvazione del CIO non è ancora definitiva: il Comitato esecutivo prenderà la decisione finale a dicembre 2020. Inoltre, va specificato che la breakdance e l’arrampicata sportiva sono apparsi come eventi-medaglia ai Giochi olimpici giovanili estivi di Buenos Aires 2018. Per il surf e lo skateboard, invece, potrebbe essere un esordio assoluto.

 

>> Leggi anche: Palestra di arrampicata Milano, Rockspot per iniziare o prepararsi alle gare 

Si punta a un pubblico giovane

“Tutti e quattro gli sport sono chiaramente in linea con l’Agenda Olimpica del 2020. Questi potranno contribuire a rendere il programma dei Giochi più equilibrato nel genere, più giovanile e più urban”, ha spiegato Thomas Bach, presidente del CIO. L’obiettivo, quindi, è attirare un pubblico giovane, amante dell’avventura e del connubio tra estrosità e attività sportiva: “Quando abbiamo preso in considerazione queste discipline, siamo stati guidati da tre principi: sostenibilità, capacità di parlare ai giovani, compatibilità con l’identità dei Giochi di Parigi. Ci tenevamo a proporre degli sport che fossero creativi, inclusivi e accessibili. Sarà un’opportunità per portare una nuova fetta di pubblico alle Olimpiadi”, ha ammesso Tony Estanguet, presidente di Parigi 2024.

 

Leggi anche: Mountainboard, lo snowboard senza neve

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA