Ready4Challenge: 8 settimane di allenamenti per gareggiare al Red Bull 400

Ready4Challenge_Dominik_Fischnaller

Ready4Challenge è il programma di 8 settimane di allenamenti, in compagnia di atleti come Sofia Goggia, campionessa olimpica di discesa libera, e Dominik Fischnaller, campione di slittino, per gareggiare al Red Bull 400. Ma Ready4Challenge è più del solito programma di allenamento con annessi testimonial: è la possibilità di uscire dalla propria “comfort zone” e provare ad affrontare una gara fuori da ogni schema, la gara più breve e più dura e ripida al mondo.

Ready4Challenge: 8 settimane di allenamenti per gareggiare al Red Bull 400

Il Ready4Challenge prevede 8 settimane di allenamenti a partire dal 6 maggio, con 3 workout settimanali che alternano allenamenti a corpo libero di forza a sessioni di corsa, per arrivare pronti alla sfida del Red Bull 400, ovvero 400 metri di corsa in salita che raggiunge il 78% di pendenza e un dislivello di 135 metri, in programma a Predazzo (Val di Fiemme) il 6 luglio.

Il programma ci è stato presentato da Matteo Artina – dottore in Scienze Motorie e Fisioterapia, Preparatore fisico di atleti professionisti e coach di questa “avventura” – presso la palestra McFIT di Viale Fulvio Testi a Milano: dal 9 maggio e per ogni giovedì fino al 27 giugno in tutti i centri McFIT d’Italia sarà possibile realizzare il 3° workout della scheda settimanale direttamente in palestra, prendendo parte al corso Red Bull Ready4Challenge, anche sfruttando una speciale promozione che consente di usufruire di un abbonamento open di due mesi nei propri centri al prezzo di soli € 10.

Ready4Challenge Red Bull 400

Ready4Challenge: l’allenamento per la Red Bull 400

L’allenamento per la Red Bull 400 ce lo ha spiegato direttamente coach Matteo Artina: “Nel definire il programma di Red Bull Ready4Challenge ho dovuto tenere presente che la salita è un moltiplicatore di fatica e richiede molto lavoro col tronco, che deve essere forte e preparato in sede lombare, e dei glutei, data la posizione maggiormente inclinata in avanti che sovraccarica proprio questi distretti corporei. La ricerca del minor tempo di percorrenza del percorso spingerà ogni singolo partecipante a spremere al massimo le sue capacità. Sotto fatica ad alta intensità il cuore dovrà sostenere un’aumentata richiesta di ossigeno da parte dei muscoli. Per soddisfare questa richiesta sarà necessario inviare più sangue in periferia e di conseguenza entrerà in gioco proprio l’efficienza della nostra pompa cardiaca”. Matteo Artina ha poi aggiunto: “Le parole chiave del programma Red Bull Ready4Challenge sono: Alta Intensità; Corsa; Lavoro Muscolare; Frequenza Cardiaca; Tamponamento dell’Acido Lattico“.

Red Bull Ready4Challenge è un programma di allenamento pensato per stimolare non solo le persone comuni, ma anche atleti professionisti quali Sofia Goggia e Dominik Fischnaller, a uscire dalla propria “comfort zone” e sfidare se stessi in qualcosa di impensato. In quest’ottica, un evento come il Red Bull 400, in cui bisogna affrontare nel minor tempo possibile un pendio molto ripido per una distanza di circa 400 metri, rappresenta un’opportunità per abbandonare i propri schemi e rituali di allenamento e cimentarsi in una sfida nuova.

Sofia Goggia ha commentate così la sua partecipazione: “Trovo divertente e stimolante cimentarmi in qualcosa di nuovo e, questa gara decisamente fuori dal comune, è sicuramente per me una nuova esperienza alla quale affiancherò la preparazione atletica. L’allenamento, mirato e funzionale, mi preparerà per affrontare al meglio i 400 vertical”.

Ready4Challenge_RedBull_SofiaGoggia_McFit

Anche per un atleta i 400 vertical rappresenta una sfida che mette alla prova mente e corpo. Il mio mantra per questa gara, che avrò il piacere di condividere con tutti i partecipanti, sarà: Mai scoraggiarsi e tenere sempre bene a mente i propri obiettivi!“- Questo invece il pensiero di Dominik Fishnaller.

L’organizzazione del lavoro prevede tre sedute di allenamento settimanali: due di tipo fisico per creare adattamenti muscolari, e una di corsa, quindi aerobica” – ha infine concluso Matteo Artina – “Il programma prevede anche una quarta seduta settimanale, consigliata ma non obbligatoria, idealmente da svolgersi alla domenica e che prevede un ulteriore allenamento di corsa. Ogni workout inizia con un’attivazione (riscaldamento) finalizzata a preparare le condizioni fisiche più adatte a svolgere il contenuto realmente allenante. Nelle giornate di lavoro muscolare, l’attivazione si basa su movimenti di vario tipo finalizzato ad eseguire un’adeguata mobilità articolare e attivare la muscolatura. Nelle giornate di corsa, la preparazione al lavoro è invece focalizzata sull’attivazione metabolica, ovvero portare il cuore già ad un piccolo sforzo che lo prepari all’attività più intensa. Dopo ogni programma di corsa è prevista una seduta facoltativa (ma ovviamente alquanto suggerita) di mobilità articolare“.

Come partecipare al Red Bull ready4Challenge

Prendere parte al Red Bull Ready4Challenge è molto semplice: è sufficiente registrarsi sul sito www.redbull.com/challenge per essere invitati ad unirsi al gruppo chiuso dedicato su Facebook, in cui Matteo Artina condividerà man mano le schede settimanali di allenamento – che saranno corredate da video specifici che vedranno protagonisti Sofia Goggia e Dominik Fischnaller – e sarà di supporto a tutti coloro che prenderanno parte al programma.

Ma non è finita qui: per tutti coloro che prenderanno parte al programma di allenamento Red Bull Ready4Challenge, è previsto uno sconto sulla quota di iscrizione al Red Bull 400 e inoltre, i quattro partecipanti che si dimostreranno più motivati vinceranno la possibilità di partecipare all’evento, ospiti di Red Bull. Per tutti, infine e ovviamente, la possibilità di testare i frutti del proprio allenamento e mettersi alla prova il 6 luglio a Predazzo (Val di Fiemme) nel Team Red Bull Ready4Challenge, gareggiando accanto a Sofia Goggia e Dominik Fischnaller, supportati dal coach Matteo Artina.

©RIPRODUZIONE RISERVATA