Tre Cime di Lavaredo, dove si impara a fare i trail

La Lavaredo Ultra Trail, forse la più importante gara di trail running che si svolge in territorio italiano, avrà luogo il 24 e il 25 di giugno in un ambiente che definire “splendida cornice” rende bene l’idea, seppur di tratti di un termine abusato. Siamo nel cuore delle Dolomiti, luogo sacro per i trail runner di tutto il mondo, ma anche per gli amanti della vacanza outdoor.

> Leggi anche: Le Dolomiti in estate: i percorsi per le escursioni a piedi

La gara

La corsa è arrivata alla sua decima edizione, ricorrenza che porta a celebrazioni e feste a contorno dell’evento puramente sportivo: c’è un expo tutto dedicato all’outdoor, c’è un’escursione con Tamara Lunger (lo sponsor della gara è The North Face) e una serata di storytelling con Rory Bosio e Fernanda Maciel, oltre a una sorta di festa continua che si svolge a Cortina. Il trail parte venerdì 24 giugno proprio da Cortina, da cui i 1300 partecipanti scatteranno per percorrere 119 km per 5.800 m di dislivello positivo. L’evento si allarga anche a altri 2mila atleti iscritti alle due gare collaterali della Cortina Trail (47 km per 2650 m di dislivello) e della Cortina Skyrace (20 km per 1.000 m di dislivello).

> Leggi anche: Tutto lo sport di Cortina

Ambiente e emozioni

Il percorso si svolge fra le foreste trentine e le valli circostanti le Tre Cime, un trekking di una settimana per le persone “normali”, che sale fino alle nevi dei 2400 metri che i concorrenti riescono a completare in circa 20 ore. Non è quindi necessario partecipare alla dura competizione per godersi il panorama: un weekend da queste parti durante la gara può essere un’occasione per vivere l’emozione della corsa (partenza, arrivo e alcuni passaggi danno davvero i brividi) per capire di più che cosa sia un ultra trail (qui sotto il video della gara del 2015) e per provare gli ultimi ritrovati tecnologici in fatto si scarpe da trail running.

> Leggi anche: 8 idee per un trekking nelle dolomiti

Innovazioni tech

Una gara estrema di questo genere è anche una spinta per la ricerca tecnologica in fatto di abbigliamento outdoor: Vibram ad esempio ha messo a punto le scarpe per il suo team di runner (tra cui gli italiani Stefano Ruzza e Marco Zanchi) le scarpe con Megagrip, mescola speciale studiata per affrontare in velocità i percorsi impervi della gara e mantenendo il piede al sicuro nonostante le condizioni atmosferiche imprevedibili, che spesso rendono il terreno scivoloso e pericoloso.

A contatto con i runner pro

Non solo per i professionisti dell’ultra trail ma per tutti: nella zona di fronte all’Olympic Ice Stadium di Cortina, dal 23 al 25 giugno farà tappa il truck Vibram Sole Factor, dove tutti gli appassionati di corsa in montagna potranno provare la nuova suola: a bordo dei truck, gli esperti calzolai di Vibram offriranno la possibilità di risuolare le proprie calzature da corsa in montagna dotandole della mescola Megagrip”. Sarà allestita una zona test con apposite rampe rivestite di roccia bagnata e gli atleti del Team Vibram saranno a disposizione per dare le loro dritte su come affrontare le difficoltà di un trail.

> Leggi anche: Come allenarsi a correre in montagna

©RIPRODUZIONE RISERVATA