Tutto quello che c’è da sapere sulla Maratona di New York

Maratona di New York

Il famoso ponte di Verrazzano si appresta ad accogliere gli oltre 53.000 iscritti alla Maratona di New York 2018. Corsa per la prima volta nel 1970, la Maratona di New York è indubbiamente la maratona più ambita e conosciuta al mondo. Quella di quest’anno è in programma domenica 4 novembre, come da tradizione la prima domenica del mese di Novembre. Quella della Maratona di New York è una storia gloriosa e ricca di aneddoti e curiosità che ogni runner che abbia l’ambizione di correre quei 42,195 km (o 26.2 miglia, per dirla alla newyorkese) deve almeno sapere.

La prima edizione della New York City Marathon

La prima edizione si corse il 13 settembre 1970, con la partecipazione di 127 atleti. Il percorso era all’interno di Central Park, per un totale di 6 giri: arrivarono al traguardo in 55 e vinse Gary Muhrcke con il tempo di 2H 31′ 38″.

> Leggi anche: Le 10 maratone più strane del mondo

Il percorso attuale della Maratona di New York

Il percorso attuale della Maratona di New York, che attraversa tutti e 5 i distretti della città di New York, risale al 1976: fu stabilito da Fred Lebow, cofondatore con Vince Chiappetta dei New York Road Runners, e da allora non è mai cambiato.

> Leggi anche: 15 maratone davvero imperdibili per ogni runner

Si corre sempre la prima domenica di Novembre

La Maratona si corre invariabilmente nella prima domenica di Novembre: vi partecipano oltre 50mila persone, a fronte di oltre 100mila richieste di partecipazione, e per entrare nella lista dei classificati il tempo limite è di 8 ore e mezza.

> Leggi anche: Cosa mangiare prima, durante e dopo una maratona

La New York City Maraton è una delle 5 più importanti al mondo

Sebbene non sia una maratona “da record”, per fascino e storia nel 2006 la Maratona di New York è stata inserita nel World Marathon Major, il circuito professionistico che comprende le più importanti maratone del mondo con Berlino, Boston, Chicago e Londra.

> Leggi anche: Ecco perché ai maratoneti viene il cosiddetto cuore d’atleta

I premi

L’ammontare complessivo dei premi si aggira intorno agli 825 mila dollari: ai vincitori maschile e femminile vanno 100mila dollari a testa; 60mila al secondo e 40mila al terzo classificato. Alla prima edizione i premi erano orologi di poco valore e trofei riciclati di competizioni di baseball e bowling.

> Leggi anche: Il sesso due ore prima di fare sport migliora le prestazioni

Il costo d’iscrizione

Partecipare alla Maratona di New York costa 358 dollari. Nel 1970 i partecipanti pagarono 1 dollaro.

> Leggi anche: Come reagisce il corpo quando corri un’ultra-maratona

La musica lungo il tracciato

Lungo tutti i 42,195 km del tracciato della Maratona è un tripudio di musiche e colori. Ma se c’è un passaggio in cui non distrarsi è quello al km 14, a Brooklyn: qui da 35 anni la Bishop Loughlin High School Band suona ininterrottamente Gonna Fly Now dalla colonna sonora di Rocky, accompagnando il passaggio dal primo all’ultimo concorrente.

>Guarda anche le 10 scene di corsa più famose al cinema.

Le donne alla Maratona di New York

La New York City Marathon è anche uno dei simboli mondiali della parità e uguaglianza tra i sessi: nel 1970 infatti la Amateur Athletic Union, la federazione sportiva degli Stati Uniti, non permetteva alle donne di partecipare alle maratone. Fred Lebow e Vince Chiappetta ignorarono da subito il divieto accettando anche iscrizioni di donne, e nel 1972 sostennero le loro proteste permettendo che al colpo dello starter le 6 atlete iscritte si potessero sedere a terra in segno di protesta.

> Leggi anche: Kathrine Switzer: 50 anni fa fu la prima donna in una maratona

L’unica edizione annullata

È quella del 2012, annullata dal sindaco di New York Michael Bloomberg il giorno prima della partenza a causa delle conseguenze del passaggio dell’uragano Sandy che aveva messo in ginocchio la Grande Mela.

> Leggi anche: Perché vengono le vesciche ai piedi

Gli italiani vincitori a New York

Sono 4 gli italiani che hanno tagliato per primi il traguardo della Maratona di New York: Orlando Pizzolato (1984 e 1985), Gianni Poli (1986), Giacomo Leone (1996) e – unica donna – Franca Fiacconi (1998, ma anche un bronzo nel 1997, e due argenti nel 1996 e 2000). Dopo Kenya (23 vittorie complessive tra maschi e femmine, dallo scorso anno leader di questa speciale classifica per nazioni), Stati Uniti (21), Norvegia (10) e Regno Unito (6) l’Italia è il quinto Paese con più vittorie totali: 5.

> Leggi anche: Jonathan Mendes, 96 anni, finisce la New York Marathon e chiede…uno scotch

I record di vittorie

Appartengono a Bill Rodger (4) e a Grete Waitz, norvegese, 9 volte prima al traguardo di New York.

> Leggi anche: Exercise addiction, quando lo sport è una droga

Credits photo: Wikimedia

©RIPRODUZIONE RISERVATA

One response to “Tutto quello che c’è da sapere sulla Maratona di New York

  1. Perchè alla maratona di New York sono due signore anziane a consegnare le medaglie ai vincitori?
    Mi serve di saperlo per un compito, sono un bambino di 9 anni e mi chiamo Giacomo…
    Grazie

Comments are closed.