Wings for Life World Run 2019: iscrizioni aperte dal 3 ottobre

Wings for Life World Run 2019

Per la Wings For Life World Run 2019 le iscrizioni sono aperte dal 3 ottobre 2018. La sesta edizione della Wings for Life World Run, la corsa definita “la più entusiasmante del pianeta” si terrà domenica 5 maggio 2019 alle 11:00 UTC (le 13.00 ora italiana). La Wings for Life World Run ha un format spettacolare e unico al mondo perché è l’unica gara in cui non esiste una finish line ma è il traguardo a inseguire i partecipanti con la Catcher Car, una speciale auto a velocità controllata, che parte mezz’ora dopo il via dei partecipanti raggiungendo ed eliminando i concorrenti lungo il percorso, fino a quando ne rimarrà soltanto uno, il vincitore finale.

Wings for Life World Run 2019: aperte le iscrizioni

Le iscrizioni per la Wings for Life World Run 2019 sono aperte da mercoledì 3 ottobre 2019 con l’obiettivo di superare la cifra record di 3 milioni di euro raccolta in occasione dell’evento 2018. Nelle cinque precedenti edizioni la Wings for Life World Run ha coinvolto più di mezzo milione di partecipanti, provenienti da 193 nazioni, che hanno corso in più di 66 Paesi attraverso i sette continenti.

Il vero traguardo è quello di raccogliere fondi a favore della ricerca. Ogni singolo centesimo raccolto, compresa l’intera quota di iscrizione alla manifestazione, viene infatti devoluto dalla Fondazione Wings for Life a sostegno di progetti di ricerca per trovare una cura alle lesioni del midollo spinale. Ad oggi sono stati supportati 191 progetti a livello internazionale e il traguardo di una cura si fa sempre più vicino.

Wings for Life World Run 2019: dove si corre

Dal 2014 al 2017 la manifestazione si è svolta due volte a Verona e due volte a Milano, raccogliendo una sempre crescente partecipazione grazie anche all’incredibile sostegno da parte di prestigiosi Ambassador e alle prestazioni, a livello agonistico, di grandi protagonisti fra i quali l’ultrarunner Giorgio Calcaterra, che nel 2016 ha conquistato il successo globale percorrendo la distanza record di 88,44 km. Nel 2018 è stato anche possibile prendere parte all’evento globale attraverso le numerose Wings for Life App Run organizzate in tutta Italia, la più suggestiva delle quali si è svolta nel magnifico scenario naturalistico dell’Isola di Albarella (Ro).

Wings for Life World Run 2019: come partecipare

Ci sono tre modi per partecipazione alla Wings for Life World Run 2019. Chi vuole correre in gruppo, provando l’emozione di sfuggire alla Catcher Car, può registrarsi a una delle gare che il 5 maggio si svolgeranno in ogni parte del mondo (per info sulle location disponibili visita: www.wingsforlifeworldrun.com).L’App Wings for Life World Run permette a tutti, ovunque si trovino nel mondo, di partecipare all’evento globale anche se non possono raggiungere una delle location che ospitano l’evento. Scaricando l’applicazione sul proprio smartphone, si può prendere parte ad una Wings for Life World Run virtuale, rincorsi da una Catcher Car digitale, esattamente nello stesso momento in cui prendono il via le Wings for Life World Run di tutto il mondo. Per registrarsi e partecipare all’evento basta collegarsi al sito www.wingsforlifeworldrun.com e scegliere una delle numerosissime località dove si corre una App Run organizzata. E poi c’è la App Run Individuale, la modalità che ognuno, in ogni parte del mondo, può liberamente scegliere. Senza vincolo alcuno. E’ sufficiente scaricare l’App, registrarsi e correre lungo il percorso che si preferisce, fuggendo dalla Catcher Car virtuale.

Wings for Life World Run 2019: chi può partecipare

La Wings for Life World Run è un evento totalmente inclusivo, chiunque infatti può partecipare: camminando, correndo o spingendo una sedia a rotelle. Colin Jackson, due volte campione del mondo di atletica e direttore sportivo dell’evento, ha dichiarato: ” La Wings for Life World Run è un evento davvero globale, aperto a tutti i livelli di abilità dei runner e dei partecipanti su sedia a rotelle, tutti uniti nel fare la differenza a favore ricerca sulle lesioni del midollo spinale.”

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *