10 itinerari per lo scialpinismo in Abruzzo

Vette del Corno Grande - scialpinismo in Abruzzo

Se siete tra i molti che sempre più lasciano le piste battute e si avventurano nella neve fresca, l’Abruzzo è un ottimo terreno di gioco per lo scialpinismo, con valichi e alte vette perfetti per questa attività. Abbiamo scelto 10 percorsi tra i più belli e affascinanti, ma prima di partire ricordate: lo scialpinismo è impegnativo, e nulla è da lasciare al caso. Anzi, se non avete frequentato un corso specifico o siete alle prime armi, affidatevi a una guida alpina e non sottovalutate mai tutto ciò che serve per la vostra sicurezza.

Monte Gorzano
Una gita facile e panoramica che vi porta dal borgo di Cesacastina fino ai 2458 metri della vetta più elevata dei Monti della Lega, dalla quale si gode un panorama favoloso che spazia fino al lago di Campotosto.

Traversata bassa del Gran Sasso
Una splendida scivolata sugli sci da Campo Imperatore ai Prati di Tivo passando per la Sella di Monte Aquila, il rifugio Garibaldi e infine scendendo nella suggestiva Val Maone.

Traversata alta del Gran Sasso
Un percorso ricco di soddisfazioni ma decisamente più impegnativo del precedente, pur avendo come teatro la medesima vetta. In termini di quota tocca i 2912 metri dalla cima del Corno Grande. Per la salita si può andare per il canale di Direttissima, mentre per la discesa si toccano il ghiacciaio del Calderone, il rifugio Franchetti e l’Arapietra.

Monte Camicia
Questa solitaria vetta di 2564 metri è la meta più nota del settore orientale del Gran Sasso. Cominciate l’itinerario da Fonte Vetica, sulla piana di Campo Imperatore.

Costa della Tavola
Un ampio pendio nei piani di Pezza che offre un facile e classico itinerario tra gli impianti di risalita della Magnolia di Ovindoli.

Canalone Majori del Sirente
Splendido ma impegnativo itinerario che vi porta a risalire un ripido e severo canalone esposto a settentrione, arrivando fino ai 2358 metri della vetta del Sirente.

Valle delle Rose
La particolarità di questa valle è quella di essere popolata dal più noto branco di camosci del Parco; offre il più classico itinerario scialpinistico del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, con punto d’arrivo al rifugio di Forca Resuni.

Monte Greco
Percorso che ha inizio dal crinale delle Roppe del Tesoro; offre un breve itinerario che porta alla più alta vetta della Marsica meridionale.

Vallone Fondo di Majella
Uno spettacolare itinerario che corre sul versante occidentale del massiccio della Majella; è raggiungibile dal basso (oppure utilizzando gli skilift di Campo Giove).

Lago Vivo e Monte Tartaro
Un’altra splendida gita nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise con vista sugli splendidi panorami del versante occidentale di Monte Petroso.

Credits foto: Luigi Selmi

©RIPRODUZIONE RISERVATA