5 consigli per la prima via ferrata

Via Ferrata Cir5 Dolomiti

Ami la montagna e hai deciso che è giunto il momento di spingerti un po’ più in alto, provando a fare la tua prima via ferrata? Intanto devi sapere una cosa: la sicurezza non si improvvisa, e il modo migliore per avvicinarsi al mondo delle vie ferrate è farlo con l’assistenza di una guida alpina professionista.

E mentre organizzi la tua prima via ferrata, puoi leggere questi pratici consigli per gestire i più comuni imprevisti che ti potrebbero cogliere in montagna.

Pianifica per tempo
Vale per ogni attività in montagna, a maggior ragione per le vie ferrate che in base a impegno fisico, dislivello, esposizione, verticalità, numero di appigli e appoggi si classificano in:

  • facile: poco esposta e per lo più su sentiero
  • media difficoltà (o “abbastanza difficile”): lunga ed esposta
  • difficile: con alcuni brevi strapiombi e passaggi atletici
  • molto difficile: con numerosi passaggi atletici e tecnici
  • estremamente difficile: può essere anche un solo passaggio, ma che richiede il massimo impegno alpinistico.

Pensa alla sicurezza
In montagna il rischio è sempre presente ed è quindi essenziale esaminare il margine di sicurezza dell’itinerario da affrontare: anche in questo caso non si può prescindere dall’intervento di una guida alpina professionista in grado di capire le tue capacità e scegliere l’itinerario più adatto.

Valuta il meteo
Soprattutto in primavera e in estate il meteo è capriccioso e i temporali possono palesarsi all’improvviso: prima di avventurarsi per una via ferrata è fondamentale consultare il bollettino meteo locale per prevedere con la massima ragionevolezza le condizioni che ci saranno durante la giornata.

Fatti un’idea della montagna
Conoscere le condizioni della montagna è un presupposto chiave per evitare imprevisti: sapere se c’è ancora neve che copre le funi metalliche o se ci sono passaggi ghiacciati da superare sono informazioni essenziali, soprattutto nella fase di transizione tra estate e inverno.

Scegli l’equipaggiamento adatto
È una questione di sicurezza, prima ancora che di divertimento. Per affrontare una via ferrata è obbligatorio essere muniti di:

  • casco: la roccia potrebbe sgretolarsi causando le caduta di detriti
  • guanti: fondamentali per proteggere le mani dai rischi di abrasioni
  • imbrago: è il collegamento diretto con la roccia insieme al longe, al dissipatore e ai moschettoni
  • longe: il set da via ferrata comprende due cavi o fettucce chiamati longe, possibilmente in materiale elasticizzato che aiutano la progressione durante l’itinerario.

Credits: FlickrCC Chipps

©RIPRODUZIONE RISERVATA