Trekking al Pian dei Cavalli, fra stelle alpine e cavalli liberi

Credits: Gabriele Mainetti

Uno dei luoghi più spettacolari della Valle Spluga, il Pian dei Cavalli è una grande terrazza naturale che si apre su uno straordinario panorama d’insieme delle vette circostanti. Si presta per un’escursione da fare in giornata, considerando 5-6 ore fra andata e ritorno, adatta anche a bambini con un po’ di pratica di montagna; l’ascesa non presenta difficoltà particolari, a parte qualche tratto più ripido. Giunti in cima, l’altopiano riserva poi alcune sorprese: i tappeti di stelle alpine, i cavalli che pascolano liberi e addirittura alcuni siti archeologici preistorici.

La camminata si avvia dal nucleo di Starleggia, raggiungibile prendendo una deviazione sulla sinistra lungo la strada che collega Campodolcino a Isola. Si percorre a piedi una mulattiera che si snoda nel bosco fino a un solitario campanile del XVII secolo, da dove si prosegue per pochi minuti fino a giungere alla piccola frazione di San Sisto.

La salita riparte imboccando il sentiero sulla destra, che si inerpica su una sponda, tocca l’Alpe Toiana e l’Alpe Zocana e conduce infine all’ampia distesa del Pian dei Cavalli, dove tuttora gli allevatori portano splendidi cavalli di razza avelignese a pascolare. Ci si dirige a sinistra e si procede attraverso dossi e prati, seguendo il versante sinistro dell’altopiano. A quota 2322 si incontra il lago Bianco, adagiato nella conca del passo Baldiscio alle pendici del monte Baldan.

L’escursione è praticabile anche in inverno con le pelli di foca.

Partenza: Starleggia (SO), 1565 m
Dislivello: 757 m
Difficoltà: E
Tempo: 2,5 – 3 ore (andata)

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA