Volkswagen ID Buzz, il van (elettrico) del futuro che diventa un salotto

Dopo lo scandalo delle emissioni truccate, Volkswagen ha imboccato decisamente la strada della mobilità elettrica e ora cominciamo a vedere qualcosa. Al CES di Las Vegas in questi giorni  Fiat annuncia la sua prima auto elettrica, al Naias di Detroit (North American International Auto Show – dall’8 al 22 gennaio 2017)  la casa tedesca mostra ID Buzz, il prototipo del minivan del suo futuro, un mezzo piuttosto interessante.

> Leggi anche: Il ritorno del mitico pulmino Volkswagen

Due volte elettrico

Il microbus (è lungo 4,94 me alto 1,96 m) non ha il divano-letto di serie ma ospita 8 posti, con i sedili anteriori che ruotano di 180 gradi per trasformare l’abitacolo in un salotto. Sulla carta avrà due motori elettrici per una potenza complessiva di 275 kW (ovvero 369 cv) e una accelerazione da 0 a 100 in 5 secondi. Un 100% elettrico quindi, anche se l’azienda di Wolfsburg prevede una versione con un motore solo da 83 kWh (269 cv). La batteria promette 111 kWh, per consentire una autonomia di tutto rispetto: 434 km (o 60o km secondo lo standard NEDC). Per ricaricarla all’80% basteranno 30 minuti, con la carica DC Combo CCS (150 kW di potenza).

> Leggi anche: Volkswagen California 2016, la nuova vita del mitico pulmino

(Credits: Volkswagen)

C’è da aspettare

La linea e il layout bicolore riprende le fattezze del leggendario Bulli, pulmino che ha sedotto e condotto per mezzo mondo molte generazioni di viaggiatori. Il tutto aggiornato alle più recenti tecnologie: luci LED, console principale con display touchscreen per controllare il mezzo e gestire l’infotainment. I tempi di realizzazioni non sono brevi: tra 2020 e 2022 il Buzz dovrebbe vedere la luce, dopo lo sviluppo della gamma ID. con l’ipotesi della versione a guida autonoma entro il 2025.

> Leggi anche: Quattro mitici pulmini

©RIPRODUZIONE RISERVATA