Prowinter Digital 2021: allo Ski Rental Summit si tirano le somme della stagione del COVID

Prowinter Digital 2021: allo Ski Rental Summit si tirano le somme della stagione del COVID

Si è chiusa la stagione invernale e per il mondo dello sci nel suo complesso è arrivato il momento di tirare le fila di uno dei periodi più difficili nella storia dello sci, quello caratterizzato dal COVID e dal lockdown degli impianti sciistici. Questo tema sarà al centro di Ski Rental Summit, in programma lunedì 12 aprile 2021 alle ore 9.00, nell’ambito di Prowinter Digital 2021. Il mondo della neve verrà analizzato in ogni ingranaggio della filiera partendo dagli impiantisti, passando per le aziende produttrici di attrezzatura e chiudendo con un’altra delle categorie colpite dal lockdown in quota: i noleggiatori.

Pubblicità

Prowinter Digital 2021 annuncia anche il terzo degli eventi virtuali in programma lunedì 12 aprile: la quarta edizione di Ski Rental Summit, dalle 9.00 alle 10.30, dedicata al mondo dello sci, della sua filiera e degli addetti ai lavori, con un occhio di riguardo ai noleggiatori. Durante la stagione 2020/21 molte dinamiche sono cambiate e, come per molti altri settori, è arrivato il momento di fare il punto e di analizzare quanto successo. Fondamentali in questo senso i dati raccolti, come di consueto, da Prowinter Lab. L’inchiesta, condotta su un campione significativo del totale dei noleggi in Italia, dislocati nelle varie regioni, verrà presentata in apertura da Alfredo Tradati, coordinatore di Prowinter Lab.

Tra i risultati che si possono anticipare dalle interviste telefoniche a oltre 250 noleggi, c’è l’indice d’apertura dei noleggi: il 44% ha deciso di aprire il proprio esercizio e la metà lo ha fatto con orari regolari, senza limitazioni. A partire da questi dati di sintesi si passerà quindi a un confronto fra diversi mercati, grazie all’intervento di Michael Nendwich, presidente di FEDAS (Federazione Europea Dettaglianti Articoli Sportivi), dedicato alla situazione negli altri Paesi alpini. A seguire, lo Ski Rental Summit affronterà il punto di vista di diverse realtà di noleggio, sia per dimensioni che per tipologia, al fine di scoprire come intendono reagire alla crisi guardando all’inizio della prossima stagione, tra le incertezze dell’emergenza e l’aspettativa di un rimbalzo di richieste, anche da parte di altre discipline.

A rappresentare la categoria ci sarà un noleggiatore puro, Edoardo Rizzi, titolare Rent and Go Sport Edy di Pozza Vigo di Fassa (TN) che in 20 anni di crescita costante, resta fiducioso nella ripresa del settore. Parteciperanno inoltre Stefan Hitthaler, Presidente del Gruppo D’Acquisto E.G. Südtirol e titolare dello Sport Monny a Obereggen (BZ) dove coniuga attività di vendita e noleggio e, a testimoniare il punto di vista delle aziende produttrici di attrezzatura, Corrado Macciò, Presidente Pool Sci Italia e Geneal Manager di Head Italia.

Dalla ricerca condotta da Prowinter Lab è emerso come tutta la filiera del mondo della neve sia stata coinvolta: un dato su tutti, il 60% dei soggetti coinvolti che dichiara che non effettuerà acquisti per la prossima stagione. Una luce di speranza viene, ancora una volta, dallo scialpinismo: 6 noleggi su dieci dichiarano di possedere attrezzature per il noleggio dedicato allo skimountaineering e gli hashtag #skialp e #skimo sono diventati spesso dei top trend sulle piattaforme social. Nonostante la difficoltà di reperire materiale nel corso dell’inverno, quasi il 40% dei noleggi ha una dotazione superiore alle 30 paia di sci da alpinismo e il 43,5% ha un parco scarponi che conta più di 30 paia.

Importante inoltre la presenza a Prowinter Digital 2021 degli impiantisti e delle associazioni collegate, come ANEF (Associazione Nazionale Esercenti Funiviari) e Federfuni che siederanno al tavolo virtuale dello Ski Rental Summit con i rispettivi presidenti: Valeria Ghezzi e Andrea Formento. Entrambi hanno già sottolineato recentemente come la chiusura degli impianti di risalita abbia messo in luce il fatto che il sistema montagna dipenda quasi esclusivamente dal loro funzionamento a pieno regime.

Con Claudio Corrarati, presidente di CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa) e Vicepresidente di Fiera Bolzano, si tornerà a parlare della ormai irrinunciabile necessità che il mondo dello ski rental venga classificato come una vera e propria categoria produttiva e punti a una rappresentanza adeguata. I numeri sono oggettivamente importanti: oltre 1.000 realtà sul territorio nazionale, quasi 400 milioni di fatturato (durante la stagione 2019/20) e 5.000 addetti ai lavori, di cui la metà stagionali.

In chiusura Gabriele Valentini, titolare di Mambo Ski Rent a Campitello di Fassa (TN) porterà la sua esperienza di amministratore del gruppo Facebook “Ski Rent Italia”, nato per permettere ai noleggiatori di fare fronte comune nella situazione emergenziale.

Questo il programma dello Ski Rental Summit: numeri, testimonianze e nuove proposte per il mondo del noleggio, finalmente analizzato a tutto tondo grazie ai dati raccolti da Prowinter Lab, lunedì 12 aprile dalle 9.00 alle 10.30.

La partecipazione è gratuita e per l’adesione è necessario iscriversi sul sito di Prowinter.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Nessun Tag per questo post