Run4Hope: a maggio corri e raccogli fondi per la ricerca sui tumori infantili

Run4Hope: a maggio corri e raccogli fondi per la ricerca sui tumori infantili

Parte nel 2021 Run4Hope, la staffetta podistica nazionale pro AIRC e AIL. Dopo lo stop forzato dell’anno scorso dettato dall’esplosione della Pandemia, Run4Hope Italia nel 2021 trova la forza e la modalità per partire con la prima edizione della staffetta podistica ideata per legare sport e solidarietà abbracciando tutta l‘Italia. Si tratta di un evento inedito, articolato su venti staffette regionali che si svolgeranno in contemporanea in tutta Italia a fine maggio che vede protagonista la onlus vicentina “Run4Hope Italia” al fianco di Fondazione AIRC per il 2021 e 2023 e di AIL nel 2022 nel 2024: una staffetta nella staffetta per contraddistinguere il primo periodo di svolgimento del progetto a cavallo tra i Giochi olimpici di Tokyo 2021 e Parigi 2024. Per questa prima edizione quindi i fondi raccolti saranno destinati ad AIRC e più precisamente serviranno a sostenere i progetti di ricerca per la cura dei tumori infantili. L’obiettivo è mettere in movimento tante persone, dal nord al sud d’Italia. Ogni passo di corsa e ogni donazione, piccola o grande che sia, sarà fondamentale per sostenere i due enti beneficiari, nel nome dello sport e della solidarietà.

L’evento: le staffette regionali tra il 22 e il 30 maggio – si corre contro i tumori infantili

Le staffette podistiche non competitive partiranno in contemporanea sabato 22 maggio per concludersi domenica 30 maggio 2021. Singoli runner, podisti esperti, associazioni sportive, gruppi aziendali, spontanei o composti anche dai clienti dei negozi di running, verranno coinvolti in un entusiasmante Giro d’Italia facendo viaggiare un testimone nella propria regione; ognuno farà la sua parte, portando il messaggio di solidarietà e di speranza di Run4Hope. I partecipanti si adopereranno, anche in prima persona, per contribuire alla raccolta fondi nazionale correlata alla parte sportiva anche tramite il portale Rete del Dono che permetterà di coinvolgere amici e conoscenti nella raccolta. I capoluoghi di Regione saranno i punti di riferimento privilegiati per le partenze e/o gli arrivi e i percorsi saranno sviluppati sulla base delle indicazioni dei Comitati regionali d’appoggio a Run4Hope, che si stanno costituendo in questi mesi grazie anche agli organizzatori dei grandi eventi di running.

Run4Hope Italia – le parole dei protagonisti

Run4Hope nasce con l’intento di essere un grande evento nazionale in grado di unire lo sport alla solidarietà. In questa ottica la staffetta vuole essere un’occasione per dimostrare quanto è importante unire le forze quando si toccano temi importanti come quello della solidarietà– spiega  il Presidente della Onlus Run4Hope Italia Massimo Giammetta -. Quest’anno, per la prima edizione, abbiamo deciso di sostenere i ricercatori di AIRC, al lavoro per trovare le giuste cure per tutti i piccoli pazienti. Sono numerosi i risultati ottenuti nell’oncologia pediatrica, ma il lavoro da fare resta ancora grande, specie nelle forme più rare. Per questo motivo vogliamo supportare la ricerca per arrivare quanto prima a nuovi importanti traguardi con nuove cure e terapie sempre più efficaci. Mai come d’ora l’impegno di tutti diventa determinante, perché solo unendo le forze potremo sconfiggere questa brutta malattia. Le numerosissime adesioni e le grandi manifestazioni di entusiasmo che abbiamo ricevuto nel 2020 nonostante la sospensione, ci hanno dato la carica per riprendere l’organizzazione e rivedere il formato, nel rispetto delle normative sanitarie.

Voglio ringraziare gli organizzatori per averci coinvolti in questa nuova avventura che unisce sport e ricerca – dice Niccolò Contucci, Direttore Generale Fondazione AIRC. Si tratta di un appuntamento importante che ci consente di raccogliere nuove risorse da destinare al lavoro dei  nostri scienziati impegnati a sviluppare terapie sempre più efficaci e meno tossiche per curare tutti i piccoli pazienti. Per alcune forme tumorali, come il linfoma di Hodgkin, la ricerca ha ottenuto risultati molto importanti arrivando a guarire il 90% dei bambini. Per altre forme, specialmente quelle più rare, la strada è purtroppo ancora lunga perché mancano terapie specifiche, formulate sulla base di studi dedicati. Per questo è necessario non fermarsi e continuare a investire nella migliore ricerca”.

Ogni anno, in Italia, il cancro colpisce circa 1.400 bambini fino ai 14 anni. Grazie ai costanti progressi della ricerca, oggi tre bambini su quattro guariscono completamente. Un traguardo importante, basti pensare che negli anni Settanta soltanto tre su dieci superavano la malattia.  Tante battaglie sono state vinte, oggi circa l’82% dei bambini è in vita cinque anni dopo la diagnosi, ma non possiamo certo fermarci perchè restano ancora molte domande a cui trovare le giuste risposte per poter curare tutti i piccoli pazienti.

Le modalità di partecipazione e i Percorsi

L’adesione alla staffetta potrà essere effettuata compilando un semplice form pubblicato sul sito di Run4Hope Italia (www.Run4Hope.it). Le donazioni potranno avvenire con le modalità indicate eventualmente utilizzando la piattaforma rete del Dono. Gli iscritti avranno modo di correre per un tratto a loro discrezione (indicativamente 10km) nella loro zona di riferimento e potranno cimentarsi sia su percorsi stradali, pedonali e naturalistici. L’organizzazione coordinerà poi le tappe giornaliere e il cronoprogramma delle varie tappe. In base alle adesioni raccolte, nelle varie Regioni i percorsi verranno definiti entro il mese di aprile. Associazioni, singoli e gruppi che avranno aderito riceveranno quindi le indicazioni sulla data prevista del passaggio della staffetta nella propria località e quella degli altri aderenti nella medesima provincia e nelle province limitrofe in modo da poter definire nel concreto i tratti di rispettiva percorrenza armonizzando gli orari; aspetti che saranno coordinati dai referenti organizzativi di Run4Hope Italia con il supporto dei Comitati d’appoggio nelle varie regioni.

Sostenitori e patrocini

Sponsor principale dell’evento sarà Massigen, a cui si aggiungono altri partners quali Löwengrube, Cemes, Gruppo Cecchin Costruzioni Edili, Patavium Energia, Roberto Coin, Autoserenissima. Ha finora concesso il loro patrocinio all’evento la Federazione italiana di Atletica leggera e il CSI. Le richieste sono state inviate ai primari Enti di promozione sportiva e a tutte le Regioni d’Italia. Anche i Lions sosterranno l’evento partecipando con diversi clubs.

AIRC | Dal 1965 con coraggio, contro il cancro

Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro sostiene progetti scientifici innovativi grazie a una raccolta fondi trasparente e costante, diffonde l’informazione scientifica, promuove la cultura della prevenzione nelle case, nelle piazze e nelle scuole. Conta su 4 milioni e mezzo di sostenitori, 20mila volontari e 17 comitati regionali che garantiscono a oltre 5.000 ricercatori – 61% donne e 51% ‘under 40’ – le risorse necessarie per portare nel più breve tempo possibile i risultati dal laboratorio al paziente. In oltre 50 anni di impegno AIRC ha distribuito oltre 1 miliardo e seicento milioni di euro per il finanziamento della ricerca oncologica (dati attualizzati e aggiornati al 15 gennaio 2021). Informazioni e approfondimenti su www.airc.it.

AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie, i linfomi e il mieloma

AIL opera sul territorio nazionale grazie all’attività di 81 sezioni provinciali che collaborano in stretto rapporto con i Centri di Ematologia. Il ruolo fondamentale di AIL è l’attività svolta in collaborazione con le strutture pubbliche, sia universitarie che ospedaliere, a favore dei malati. L’organizzazione si basa sull’autonomia delle singole sedi provinciali e sul principio che i fondi siano spesi, nel più limpido dei modi, là dove sono raccolti e per gli obiettivi che di volta in volta vengono proposti: ricerca scientifica, assistenza sanitaria, formazione del personale. Info su www.ail.it.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun Tag per questo post