Le foto della Corsa della Speranza

Ivana Di Martino, testimonial della Corsa della Speranza, con il marito e i figli, anch'essi di corsa per le vie di Milano.

Più speranzosi anche del brutto tempo annunciato: sono stati oltre 3000 a sfidare Penelope, la tanto annunciata perturbazione di cattivo tempo, e a prendere il via dai Giardini Indro Montanelli di via Palestro a Milano alla Corsa della Speranza 2013, la gara podistica non competitiva che dal 1999 raccoglie fondi a favore dei bambini colpiti da tumore.

Pubblicità

Due sono stati i progetti che quest’anno hanno accompagnato la Corsa della Speranza: il Passport of Cure dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, che si incarica di raccogliere dati e informazioni cliniche sui pazienti guariti da tumori pediatrici e ha dato vita a un ambulatorio pomeridiano riservato a ragazzi, giovani, adulti guariti che necessitano ancora di assistenza; i Dynamo Camp dove i bambini con patologie tornano a essere bambini, un luogo di svago, ricreazione e vacanza, in essere dal 2007, che quest’anno ha accudito ben 1.200 bambini.

Il via alla manifestazione è stato dato da Ivana Di Martino, mamma di tre figli e grande protagonista nello scorso aprile di 21 volte donna, il progetto di altrettante mezze maratone consecutive in tre settimane.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità