Fotogallery: i campionati afghani di sci

Be’, se volete provare qualcosa di estremo sotto ogni punto di vista, segnatevi in rosso il mese di marzo 2015 sul calendario: gli Afghan Ski Challenge sono funambolicamente giunti alla loro 4^ edizione e il Bamyan Ski Club ha tutte le intenzioni di continuare nella sua opera di promozione di questo resort sciistico a ovest di Kabul.

Pubblicità

Resort per modo di dire: di impianti di risalita neanche l’ombra, segnale del cellulare assente, il soccorso alpino è totalmente sconosciuto, non c’è servizio di allerta valanghe e pure le strutture sanitare sono lontane da ogni standard occidentale.

Però, se è l’entusiasmo che cercate, qui ce n’è a profusione: i partecipanti provengono quasi da ogni area del paese, spesso portandosi in spalla sci e attrezzatura in legno; la gara comincia con una bella ascensione alla vetta fatta a forza di braccia e gambe (unico modo per raggiungere il cancelletto di partenza); e gli organizzatori assicurano che di armi in giro non ce ne sono (anche se nessuno metterebbe la mano sul fuoco sulla condizione dei pendii).

Per gli afghani la partecipazione è gratuita (c’è il sostegno della fondazione dell’Aga Khan), ma nulla vieta a chiunque di raggiungere il resort di Bamyan e prendere parte alla competizione: ci sono anche “pacchetti turistici” da 10 giorni, con partenza da Londra o Istanbul, e tour guidati nella valle famosa dei Buddha distrutti da Talebani. Il tutto “assolutamente a proprio rischio“, come recita il regolamento.

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità