Greenway delle Valli Resilienti, 74 percorsi ciclabili nelle Prealpi Bresciane

 

Pubblicità

Parlando di cicloturismo, uno dei progetti più interessanti dell’ultimo periodo è quello della Greenway delle Valli Resilienti. Si tratta, in pratica, di un gruppo di percorsi ciclabili molto diversi tra loro e caratterizzati da livelli di difficoltà eterogenei, creati con l’obiettivo di valorizzare le Prealpi Bresciane. Nel fine settimana avverrà l’inaugurazione.

>> LEGGI ANCHE: Dalle Dolomiti al Lago di Garda in bici, il percorso MTB di Bikeland 

Più di 70 percorsi e 3000 chilometri

La Greenway delle Valli Resilienti fa parte di un grande progetto, denominato AttivAree e sostenuto dalla Fondazione Cariplo, nato nella speranza di rilanciare dal punto di vista turistico le alte valli Trompia e Sabbia, collegandole alla città di Brescia. La Greenway delle Valli Resilienti è un’infrastruttura verde composta da 74 percorsi per biciclette che si snodano lungo 3500 chilometri tra le Prealpi Bresciane. I tracciati, notevoli dal punto di vista paesaggistico (alcuni costeggiano anche il Lago d’Idro), sono immersi nella natura più incontaminata e sono pensati per soddisfare ogni tipo di ciclista. Alcuni percorsi sono esclusivamente dedicati alle mountain-bike, mentre altri sono adatti anche alle bici da asfalto.

>> LEGGI ANCHE: La Valle dei Laghi in bici sulla pista ciclabile del Sarca e del Lago di Garda 

Greenway delle Valli Resilienti: gli itinerari

I percorsi della Greenway delle Valli Resilienti sono perfetti sia per una gita in giornata, sia per un giro in bicicletta di 2-3 giorni. Chi ha ideato questi itinerari, non a caso, ha pensato a una serie di tour che collegano alcuni percorsi e permettono ai cicloturisti di godersi escursioni in bici più lunghe e complete. Tra panorami mozzafiato e punti di interesse storico-culturali (ci sono vecchie miniere, musei e tanto altro) delle montagne bresciane, annoiarsi in queste valli è davvero un’ardua impresa.

Per chi ama il brivido dei sentieri in mountain-bike, il tour chiamato “Crinale” sarà senza dubbio l’ideale: 65 chilometri, 2558 metri di dislivello e solamente il 20% del tracciato su asfalto; la partenza è fissata al selvaggio Passo del Maniva e il punto di arrivo è la città di Brescia. Il tour “Slow 01” da Brescia a Bovegno (40 chilometri), lungo la pista ciclabile del Mella (che segue l’omonimo fiume), è invece più adatto a un’escursione in giornata con tutta la famiglia. Tra i nove tour della Greenway delle Valli Resilienti ce ne sono tre dalla durata di due giorni e tre dalla durata di tre giorni. Uno dei più suggestivi è il “Giro della Corna Blacca”, un itinerario ad anello per le mountain bike che si snoda per 99 chilometri tra le cime montuose delle Valli Resilienti.

>> LEGGI ANCHE: Dove andare in bici in Lombardia, le più belle piste ciclabili 

Un progetto ambizioso

Va specificato che i 74 percorsi della Greenway delle Valli Resilienti sono stati realizzati senza consumare ulteriore suolo (molti itinerari esistevano già e sono stati rimessi in sesto per le biciclette) e senza interventi invasivi, rispettando i criteri di sostenibilità ambientale. Ogni percorso è correttamente segnalato e, oltre a hotel e ristoranti per tutte le tipologie di budget, lungo le strade sono presenti anche dei punti dove noleggiare o riparare qualsiasi mezzo a pedale. Riuscirà questo ambizioso progetto, costato circa 1 milione di euro, a far risorgere la montagne bresciane dal punto di vista turistico? Lo scopriremo solamente dopo questo fine settimana, che sarà dedicato all’inaugurazione ufficiale della Greenway.

>> LEGGI ANCHE: Abbigliamento MTB: come vestirsi per andare in mountain bike 

 

Foto di copertina: Info Valli Resilienti / YouTube

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità