Le più belle piste da sci degli Appennini

Le più belle piste da sci degli Appennini per difficoltà, paesaggi, panorami e storia, tutte a meno di 3 ore di macchina da sotto il Po

Le più belle piste da sci degli Appennini Campitello Matese

No, non è obbligatorio andare fin sulle Alpi per sciare su piste spettacolari. Anzi, lungo tutto l’Appennino dall’Emilia Romagna alla Calabria, e anche oltre in Sicilia, ci sono piste da sci spettacolari ed emozionanti come quelle che puoi vedere in questa gallery: le 7 migliori piste da sci del Centro e Sud Italia, tutte a un massimo di 3 ore di strada da chi abita a sud del Po.

Pubblicità

Le più belle piste da sci degli Appennini

Campitello Matese (Molise) – Pista Del Caprio

In teoria, lungo questi 3km di pista che parte da 1890 metri di altezza e scende per 2km di tracciato, si potrebbero anche correre gare di Coppa del Mondo: siamo nel comprensorio di Campitello Matese – San Massimo, 40km di piste e 7 impianti di risalita per la più frequentata località sciistica molisana.
Credits: FlickrCC Renata Virzintaite

Monte Cimone (Emilia Romagna) – Direttissima Paletta

Una pista nera tra le più agognate di tutto il Centro Italia: si scende da Pian Cavallaio al Passo Lupo lungo un tracciato tecnico e fisico. Poi nel comprensorio Monte Cimone ci sono altri 50km di piste per lo più rosse, tutte con partenza sopra i 2000 metri e vista sull’Appenino circostante.

Le più belle piste da sci degli Appennini Monte Cimone

Credits: FlickrCC Fabio Tinelli Roncalli

Etna Nord (Sicilia)

6 piste, di cui 4 rosse e 2 blu, tutte dai 1800 ai 2400 metri di altezza, e soprattutto con l’emozione di sciare su un vulcano e con la vista verso il mare. Un’esperienza raramente ripetibile, se non nel comprensorio Etna Sud e in pochi altri posti al mondo. Per informazioni su apertura impianti, stato della neve e del vulcano fare riferimento a www.etnasci.it oppure leggi il nostro articolo per le piste e i fuoripista sull’Etna.

Etna Le più belle piste da sci degli Appennini

Credits: FlickrCC Juan

Rivisondoli (Abruzzo) – Pista Direttissima

Il più grande comprensorio del Centro e Sud Italia – quello dello Skipass Alto Sangro in Abruzzo – con 150km di piste da discesa, e un tracciato che parte dai 2000 metri del monte Pratello e scende come una nera tortuosa, veloce e tecnica fino a incrociare il tracciato della Del Bosco. Per altre piste su cui sciare in Abruzzo clicca qui.

Direttissima di Rivisondoli

Credits: FlickrCC Grogri

Corno alle Scale (Emilia Romagna) – Tomba 1

Altro nome che evoca leggenda, quello del grande Alberto che qui si allenava ai tempi delle sue grandi vittorie: 2km e mezzo di pista rossa con oltre 500 metri di dislivello, e tutto intorno altri 15km di piste di sci alpino. Per farsi un’idea: www.cornosci.it.

Corno alle Scale Le più belle piste da sci degli Appennini

Credits: FlickrCC Paolo Lottini

Camigliatello Silano (Calabria) – Pista Rossa

Sila, nel cuore della Calabria, un altipiano che è il più grande d’Europa e un bosco che è il più grande d’Italia, tutto tra i 1400 e i 1750 metri di altezza. Si sale al Monte Curcio e si scende lungo gli impegnativi 2 km della pista Rossa, parte dei 60 complessivi del comprensorio di Camigliatello Silano.

Camigliatello_Silano

Credits: Wikimedia Commons

Abetone (Toscana) – Colò 3

Un nome, una leggenda, quelli di Zeno Colò. IL campione olimpico degli anni Cinquanta ha disegnato ben 3 piste dei 50 tracciati dell’Abetone, la stazione sciistica più frequentata dell’Appennino: la 3 però è indicata da molti come la più spettacolare, panoramica e impegnativa dal punto di vista fisico e tecnico.

Abetone Zeno Colò

Credits: FlickrCC fran-42

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità