Perché il lago di Dirty Dancing riemerge dopo 12 anni

lago-dirty-dancing

A sorpresa, il lago reso celebre da una sequenza di Dirty Dancing riemerge dopo 12 anni. Un fenomeno unico al mondo che si muove su cicli di circa 400 anni, grazie a un sistema idraulico naturale molto complesso che regolarmente svuota e riempie il bacino del Mountain Lake per autopulirlo e allargare i confini.
I fan del film del 1987 ricorderanno la scena in cui Patrick Swayze insegna a Jennifer Grey a ballare facendola volteggiare in aria. La sequenza è stata girata nel lago che si trova nelle Blue Ridge Mountains in Virginia. Ora il bacino d’acqua, dopo essere scomparso per 12 anni, si è riempito di nuovo per un ciclo di autopulizia naturale.

Pubblicità

Il lago di Dirty Dancing riemerge dopo 12 anni

Il lago fa parte del Mountain Lake Hotel, che era la cornice del Kellerman’s Resort, dove la famiglia Houseman era in vacanza nel film. Da quando il film è andato in onda, i livelli di acqua nel lago sono aumentati e diminuiti, come succede ogni circa 400 anni: in questo arco di tempo si prosciuga e diventa completamente asciutto. Un fenomeno unico al mondo, e piuttosto misterioso: il lago si autopulisce grazie al suo sistema idraulico complesso spostando i sedimenti che si sono accumulati sul fondo.

Cosa succede quando il lago si svuota

È stato per lo più vuoto tra il 2008 e il 2012, ma una equipe di biologi ha lavorato per identificare e correggere i buchi nel letto del lago, allo scopo di introdurre un processo naturale per ridurre le perdite. La primavera 2020 particolarmente piovosa in virginia ha fatto sì che il lago iniziasse a riempirsi. Per l’entusiasmo dei fan del film e dei locali, che vedono aumentare le entrate grazie ai visitatori.
Quando il lago si svuota – quando si svuota effettivamente – si pulisce spostando i sedimenti che si sono accumulati sul fondo del lago attraverso quel sistema idraulico piuttosto complesso per rendere il lago più grande, più profondo e mantenerlo pulito.

LEGGI ANCHE

5 parchi nazionali americani poco conosciuti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità