3 consigli per correre al buio

Running Buio Notte Città

Soprattutto in inverno, quando il sole sorge tardi, tramonta presto e in più c’è l’ora legale, è inevitabile uscire a correre al buio, o comunque in scarse condizioni di illuminazione. E purtroppo non sempre c’è modo di andare a correre su tracciati esclusivi per i runner e chiusi al traffico: spesso si finisce a correre per strada e sui marciapiedi con i conseguenti pericoli dati dal traffico di auto e moto.

> Leggi anche: A che ora è meglio andare a correre in inverno

Quando si esce a correre con il buio è quindi essenziale pensare prima di tutto alla propria sicurezza, cercando di fare in modo di essere il più visibili possibile. In almeno tre modi.

1. Usa capi di abbigliamento con inserti riflettenti

Soprattutto nelle linee d’abbigliamento per il running in inverno ormai tutti i marchi inseriscono inserti catarifrangenti o con colori fluo a volontà: cerca quelli con la superficie maggiore ad alta visibilità (e ovviamente dimentica giacche e tight di colore scuro uniforme).

> Leggi anche6 trucchi pratici per correre quando fa freddo

2. Evidenzia soprattutto le parti in movimento

Mettiti nei panni di un automobilista assorto nei suoi pensieri: ti vedrà meglio, prima e in modo più chiaro se vede qualcosa di illuminato muoversi al suo orizzonte. Quindi aggiungi delle fasce riflettenti a gambe, braccia e se puoi anche alle scarpe (puoi usare anche del nastro adesivo riflettente sul tallone).

> Leggi anche: 5 buoni motivi per correre in compagnia

3. Usa luci intermittenti

Per lo stesso motivo, delle luci intermittenti cattureranno più facilmente l’attenzione di un automobilista rispetto a delle luci fisse: quindi ok la lampada frontale, ma impugna anche una torcia, oppure allaccia all’avambraccio una piccola lampadina, e mettile nella modalità intermittenza.

> Leggi anche: 5 trucchi per riuscire a correre al mattino

©RIPRODUZIONE RISERVATA

One response to “3 consigli per correre al buio

  1. Purtroppo gli inconvenienti ed I pericoli per chi corre di notte, come me, non sono solo la scarsa visibilità agli automobilisti ma anche avvallamenti, tombini, buche etc. presenti sulla superficie su cui si corre. Infatti, ultimanente, mi è capitato di cadere rovinosamante più di una volta. Consiglio, quindi, di correre su percorsi ben illuminati e conosciuti metro x metro per evitare sorprese.

Comments are closed.