Weekend a Milano con i bambini: saltare sui gonfiabili come se fossi a Stonehenge

Fare le capriole sui monumenti di Stonehenge, ma nel centro di Milano, fra i palazzi di City Life. L’idea è della Fondazione Nicola Trussardi, che porta in città Sacrilege, una delle più famose installazioni del celebre artista inglese Jeremy Deller. Si tratta di un gigantesco gonfiabile che ricostruisce in scala 1:1 il sito archeologico di Stonehenge, uno dei luoghi fondanti dell’identità e della cultura britannica, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1986.

 

Dove e quando provare i gonfiabili di Stonehenge a Milano

Sacrilege sarà installata nel Parco di City Life dal 12 al 15 aprile 2018, in occasione della ventitreesima edizione di miart e dell’Art Week milanese.
Niente di contemplativo: si viene qui per saltarci sopra, rimbalzare, fare capriole, divertirsi come matti sfogandosi all’aria aperta e, magari fare qualche riflessione su quel che l’opera vuole dirci.

 

>> LEGGI ANCHE: I bambni che giocano all’aperto si ammalano di meno

 

Chi è l’artista Jeremy Deller

Jeremy Deller è una delle voci più anticonformiste del panorama artistico internazionale. Si autodefinisce un “istigatore di interventi sociali”, mentre il critico Mark Brown lo descrive come un “pifferaio magico della cultura popolare”.
Deller ha esposto con mostre personali nei più importanti musei del mondo – dalla Tate di Londra, all’MCA – Museum of Contemporary Art di Chicago, il Palais de Tokyo di Parigi; ha preso parte alle maggiori kermesse internazionali, dalla Biennale di Venezia a quelle di Berlino, Gwangju, Sydney, San Paolo, Lione, Mosca, Praga, Taipei. Alla base del suo lavoro c’è un fortissimo interesse per gli eventi storici, per la cultura popolare e le manifestazioni del folklore e della cultura di massa.

 

>> LEGGI ANCHE: 4 motivi per portare i bambini all’avventura nella natura

 

 

a-milano-con-i-bambini-saltare-sui-gonfiabili-come-se-fossi-a-stonehenge-ginnastica

 

 

Che cosa è Sacrilege

Le opere di Deller sono spesso caratterizzate dalla partecipazione del pubblico: le sue sculture sono esperienze sociali nelle quali performance, video e installazioni sono utilizzate come luoghi di scambio e aggregazione. Deller dà vita a progetti che mischiano oggetti ed eventi tra realtà e rappresentazione, storia e fiction, ricostruzione filologica e paradosso. Nasce così anche Sacrilege, originariamente creata per il Festival Internazionale di Arti Visive di Glasgow e successivamente esposta a Londra in occasione delle Olimpiadi del 2012. ha poi girato il mondo diventando un’icona globale dell’arte contemporanea.

 

>> LEGGI ANCHE: 50 cose da fare prima dei 12 anni (ma anche dopo)

 

Stonehenge a Milano: un gonfiabile per divertirsi, adulti e bambini

Con il senso dell’umorismo che contraddistingue molti dei suoi progetti, Deller trasforma il monumento di Stonehenge in un gigantesco gioco gonfiabile per bambini, riproducendolo in plastica e facendolo diventare un’attrazione da luna park di 35 metri di diametro: il pubblico è chiamato a interagire con l’installazione, a salirci sopra, saltare e giocare al suo interno. L’effetto è al contempo celebrativo e sacrilego, come suggerisce il titolo, scelto dall’artista per burlarsi di ogni possibile critica.

>> LEGGI ANCHE: 15 microavventure che tutti possono fare

 

 

 

a-milano-con-i-bambini-saltare-sui-gonfiabili-come-se-fossi-a-stonehenge-parco

Perché saltare sul gonfiabile di Stonehenge

Sacrilege è un invito a rivisitare la propria storia e la propria identità nazionale, ma è anche un commento sarcastico su come spesso questi temi vengano banalizzati aprendo la strada a strumentalizzazioni politiche nazionaliste e populiste di triste attualità. C’è anche una critica alla commercializzazione del patrimonio storico-artistico, sempre più spesso ridotto ad attrazione mordi e fuggi per il turismo di massa.

Ma soprattutto, come tutte le opere di Deller, Sacrilege è un’occasione per partecipare a un grande momento di aggregazione collettiva, e ritrovare il bambino che è in noi, abbandonandoci a una risata liberatoria. Se poi vuoi approfittare dell’ultima neve, puoi andare a sciare nelle piste da sci a due ora (o meno) da MIlano.

 

>> LEGGI ANCHE: Cose folli da fare all’aperto con i figli

 

(foto Jeremy Deller / Fondazione Nicola Trussardi)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *