Avventure incredibili da vivere nei Parchi Nazionali degli Stati Uniti

Glacier National Park

Gli Stati Uniti sono, ovviamente, molto di più delle sue grandi metropoli come New York, Los Angeles, Las Vegas o Chicago, sono un grande paese che offre montagne maestose, boschi infiniti, laghi cristallini. Da una parte cultura, grandi monumenti, imponenti architetture, una gastronomia cosmopolita, dal’altra la forza dirompente e emozionante della natura, maestosi paesaggi, avventure tutte da vivere in luoghi incantevoli come i Parchi Nazionali. National Geographic, una tra le più grandi istituzioni scientifiche ed educative del nostro pianeta, ha recentemente indicato alcune delle attività, ma possiamo dire a buon diritto avventure, che si possono praticare e vivere all’interno dei Parchi nazionali statunitensi.

>Leggi anche I 100 anni dei Parchi Nazionali Americani

death_valley

Seconda stella a destra, questo è il cammino

Una di queste è quella di ammirare il cielo stellato nella Death Valley in California. Una delle zone del nostro pianeta che a causa delle elevate temperature e della sua aridità è praticamente inabitabile, come suggerisce tra l’altro molto efficacemente il suo nome. Un luogo dove nel 1913 è stata rilevata la temperatura massima di 56,6 gradi centigradi e con una media giornaliera di 45 gradi. Non a caso in questa zona la Nasa compie diversi test in funzione delle future missioni su Marte. Il cielo stellato che si può ammirare in questo luogo lascia senza fiato. E se come diceva Confucio, “le stelle sono buchi nel cielo da cui filtra la luce dell’infinito”, nella Death Valley la sensazione che si prova è proprio quella.

Domare le rapide del Colorado

Non c’è dubbio che il Parco Nazionale del Gran Canyon in Arizona sia uno dei posti più incredibili del pianeta e il solo poterlo visitare è un’esperienza unica, ma per i più avventurosi e forse anche un po’ spericolati, scendere lungo il fiume Colorado e sfidare le sue rapide è un’attività da provare. Fare rafting su queste acque che passano accanto alle alte pareti del Gran Canyon che proprio il fiume ha eroso negli anni creando uno scenario spettacolare. Il consiglio è quello di affidarsi a strutture certificate per praticare rafting in queste acque e dove la proposta va da escursioni di una giornata e molto ‘tranquille’ fino a vere e proprie avventure di più giorni.

>Leggi anche Il Deap Canyoning, lo sport outdoor più estremo che abbiate mai visto

Arches National Park

Archi naturali e un cielo incredibile

L’Arches National Park, nello Utah, è un’area protetta caratterizzata da un’altissima concentrazione di archi naturali. Qui si possono trovare oltre 2000 di queste formazioni geologiche che si estendono su una superficie di 310 chilometri quadrati. Un vero e proprio labirinto di pietra all’interno dei quali ci si può addentrare, ma anche , in certi casi, scalare queste rocce rossastre. Formazioni di arenaria che il tempo e gli agenti atmosferici hanno modellato in sculture davvero uniche, attraverso le quali, facendo un’escursione notturna è possibile ammirare un incredibile cielo stellato.

> Leggi anche: Pacific Crest Trail, il trekking dal Messico al Canada

Immergersi in un bosco sommerso

Per gli appassionati di immersione e di snorkeling, al largo della costa della California meridionale, il Parco Nazionale delle Isole del Canale, formato da cinque isole (Santa Cruz, San Miguel, Anacapa, Santa Barbara e Santa Rosa), offre la possibilità di entrare in contatto con un ecosistema unico, la cui flora e fauna sono maggiormente apprezzabili immergendosi nelle acque dell’Oceano Pacifico per scoprire veri e propri boschi sommersi e incantevoli grotte sommerse. Le isole e alcune grotte sono sono anche visitabili via mare, organizzando delle spedizioni in kayak.

>Leggi anche Isola del Giglio e Giannutri, paradisi per il diving

Un viaggio nel tempo attraverso la natura

Il Glacier National Park si trova in Montana, molto vicino al confine con il Canada. Qui una ricchezza di laghi cristallini, boschi infiniti, centinaia di specie animali e vegetali, danno vita ad un imperdibile spettacolo della natura. Nel 1995 è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità e addentrarsi in questa natura incontaminata rappresenta un ritorno alle proprie radici oltre che un modo per allontanarsi dallo stress quotidiano.

Fare surf sulle acque dei ghiacciai

Pur non entrando nella lista dei luoghi da vedere nella vita, il Kenai Fjords National Park in Alaska merita indubbiamente una visita da parte degli amanti del surf. Un luogo dove la natura dà spettacolo e l’emozione di navigare accanto a delle immense pareti di ghiaccio è unica, ma per tornare al surf, lungo la costa rocciosa è possibile trovare delle insenature nascoste dove le onde che si creano sono di un’altezza più che accettabile per provare a cavalcarle. In ogni caso solo il paesaggio che circonda questo luogo vale il viaggio.

>Leggi anche Le surfiste da seguire su Instagram

el_capitan

Scalare El Capitan

All’interno del Parco Nazionale di Yosemite in California si erge “El Capitan”, una formazione rocciosa altra 2307 metri che costituisce una delle più popolari sfide di alpinismo estremo al mondo. Lungo la parete alta circa 1000 metri ci sono oltre 70 vie di arrampicata, mentre sulla vetta è possibile arrivare anche attraverso un sentiero. Sul lato orientale de El Capitan è presente la cascata Horsetail con un salto di quasi 500 metri e che per un paio di giorni all’anno, nel mese di febbraio, la particolare luce del tramonto fa assumere all’acqua una colorazione rosso-arancione, rendendola simile a una cascata di fuoco.

>Leggi anche Yosemite, lo spettacolo della natura

©RIPRODUZIONE RISERVATA

One response to “Avventure incredibili da vivere nei Parchi Nazionali degli Stati Uniti

  1. Incredibile, sono stato nelle vicinanze di uno di questi posti in Usa e Canada e quello che mi ha colpito di più, oltre alle distanze, è la dimensione e la circonferenza dei tronchi degli alberi, molto più alti ed imponenti rispetto a quelli delle nostre Alpi. Per contro se incontrate un Americano sulle nostre Alpi, non mancherà certo costui di ammirare le bellezze uniche del’ arco Alpino. Morale, “l’ erba del vicino” (in questo caso lontano invero) ha sempre il suo fascino. Articolo formidabile, non vedo l’ ora di partire!

Comments are closed.