I 7 cammini in Trentino Alto Adige da fare anche a tappe

cammini in Trentino Alto Adige da fare anche a tappe

Ci sono numerosi cammini in Trentino Alto Adige da fare anche a tappe: non veri e propri trekking di alta montagna, spesso impegnativi dal punto di vista tecnico e faticosi da quello fisico, ma veri e propri cammini slow, ideali per una vacanza a piedi di più giorni o da fare un poco alla volta per andare alla scoperta lenta del territorio. Se in generale i cammini – da quello di Santiago in giù – sono un grande trend del momento, ci sono regioni come il Trentino Alto Adige che più di altre hanno rappresentato nei secoli una importante via di comunicazione tra l’Italia e il nord Europa: persone, merci e culture hanno solcato la valle dell’Adige e quelle circostanti, costruendo un reticolo di strade di percorrenza e di storie che è stato recentemente riscoperto nei cammini storico religiosi.

7 cammini in Trentino Alto Adige da fare anche a tappe

In tutta la regione del Trentino Alto Adige ci sono almeno 7 cammini che vale la pena fare, per lo più a piedi ma talvolta anche in bici, di lunghezza variabile da alcune decine a oltre cento km, spesso in ambientazioni naturali e di montagna ma talvolta che prevedono anche l’attraversamento di città o borghi dal forte significato storico o religioso. Dedicare qualche giorno a questo tipo di vacanza, alla scoperta dei cammini storici, religiosi e naturalistici, è senza dubbio il modo ideale per conoscere nel profondo questa nostra bellissima regione.

Via Vigilius, il cammino di montagna sui passi del Vescovo di Trento

La Via Vigilius è un lungo cammino alpino tra Alto Adige e Trentino, che inizia tra i boschi intorno alla stazione a monte della funivia di San Vigilio e termina a Trento, in località Vela, dopo idealmente 8 giorni di cammino, e altrettante tappe. L’avventura è fare tutto il cammino di 110 km fermandosi a dormire al termine di ogni tappa tra pensioni, rifugi e malghe, ma ovviamente nulla vieta di farlo un poco alla volta, tenendo presente che ci sono tappe più affrontabili e altre invece di lunghezza considerevole e anche con dislivelli impegnativi. Insomma, non è propriamente un trekking alpino ma rimane pur sempre un cammino di montagna, con alcuni passaggi che necessitano di attenzione particolare e comunque una buona condizione fisica e attitudine al cammino in montagna. La Via Vigilius, che si snoda sostanzialmente lungo la Val di Non, segue le orme del vescovo Vigilio di Trento, vissuto tra il IV e V secolo d.C.: a lui si devono numerose chiese della regione, e le sue spoglie sono tuttora tumulate nel duomo di Trento.

Per informazioni più dettagliate su questo cammino: www.viavigilius.com

Cammino di San Vili, il Santo Patrono del Trentino Alto Adige

Sempre di San Vigilio si tratta, ma questi sono altre vie percorse dal santo Patrono del Trentino Alto Adige nella sua opera di evangelizzazione. Il Cammino di San Vili è stato ideato dalla Commissione Tutela Ambiente Montano della Sat (Società degli Alpinisti Tridentini) e ne esistono due versioni: quella di fondovalle, chiamato San Vili Basso, e quello di montagna, il San Vili Alto, più impegnativo e con qualche passaggio più che semplicemente escursionistico. Il Cammino di San Vili è lungo 106 km, idealmente è da suddividere in 5 tappe, e costeggia le Dolomiti di Brenta, da Madonna di Campiglio a Trento.

Per informazioni più dettagliate su questo cammino: www.camminosanvili.it

Le due versioni del Cammino Jacopeo d’Anaunia

Il Cammino Jacopeo d’Anaunia è un amatissimo cammino spirituale che si dipana tra luoghi sacri, antichi eremitaggi e piccole pievi di montagna, Ne esistono due versioni: quella originale di 170 km, da Sanzeno a San Romedio, da suddividere in 7 tappe facili, abbordabili da chiunque, ma in ogni caso abbastanza lunghe e che richiedono abitudine al cammino; l’alternativa è l’anello di 64 km intono a Sanzeno, luogo di martirio dei missionari che portarono il Cristianesimo nelle valli del Noce. Sostanzialmente il cammino segue la Val di Non e in parte la Val di Sole.

Per informazioni più dettagliate su questo cammino: www.ilovevaldinon.it/cammino-jacopeo-val-di-non

Il Cammino di San Romedio, dal Tirolo a Trento

Il Cammino di San Romedio è un lungo itinerario transfrontaliero, che va dal Tirolo a Trento per complessivi 180 km, decisamente impegnativo dal punto di vista fisico e, in alcuni tratti, anche da quello tecnico: in pratica segue il percorso del santo partito da Thaur e fermatosi in quello che oggi è il suo santuario valicando le Alpi. Per questo motivo quello di San Romedio è un cammino prettamente estivo, da giugno a ottobre, perché oltrepassa valichi d’alta quota dove si può altrimenti trovare la neve e dove i rifugi sono operativi solo nella stagione estiva.

Per informazioni più dettagliate su questo cammino: www.europaregion.info/romediusweg

Il Cammino di San Giacomo, la variante tirolese del Camino di Santiago

Il Cammino di San Giacomo, o Jacobsweg, in Trentino, è un lungo cammino non difficoltoso dal punto di vista tecnico che costituisce la variante tirolese del Camino di Santiago. I suoi 130 chilometri partono da Winnebach / Prato alla Drava nel comune di San Candido e in 16 tappe arriva fino al Convento di S. Giovanni in Müstair, in Val Monastero nel Cantone dei Grigioni, appena oltre il confine con la Val Venosta. Da qui volendo si può proseguire nel tratto austriaco fino al Duomo di San Giacomo a Innsbruck.

Per informazioni più dettagliate su questo cammino: jakobswegsuedtirol.it

Il Sentiero del Dürer

Poi c’è il Sentiero del Dürer, un cammino nei boschi e nelle vallate di Bolzano e di Trento che ripercorre il vagabondare del pittore tedesco Albrecht Dürer durante il suo primo viaggio verso Venezia, nel 1494. La strada più breve sarebbe stata quella lungo l’Adige, che però non aveva argini ed era soggetto a frequenti inondazioni, motivo per cui il pittore seguì un percorso diverso di 39 km, dal Klösterle di San Floriano alle Piramidi di Segonzano, oggi ripercorribile in 8 tappe.

Per informazioni più dettagliate su questo cammino: durerweg.it

Alpiedi – Ledro Alps Trek

Alpiedi – Ledro Alps Trek è un facile cammino naturalistico, percorribile tutto l’anno, lungo 101 km all’interno della rete di riserve delle Alpi Ledrensi. Idealmente si parte e si arriva a Storo, e l’anello si può percorrere in 5 giorni, ma ovviamente nulla vieta di farlo a tappe, per andare alla scoperta della natura selvaggia di quest’area. Il dislivello in salita complessivo è di 5600 metri, che spalmato sui 101 km di percorso e sui 5 giorni lo rende non così impegnativo dal punto di vista fisico e quindi adatto anche a chi si avvicina per la prima volta a giri in montagna di più giorni.

Per informazioni più dettagliate su questo cammino: www.caisatstoro.it/trekking-ledro

Foto di kordula vahle da Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA