Come scegliere la mountain bike giusta

Non è facile scegliere la mountain bike giusta, né quando si tratta di comprare la prima mountain bike né nel caso in cui si sia già dei biker esperti e si voglia cambiare la MTB con un modello nuovo. Tra nuovi materiali, per il telaio ma non solo, nuove tecnologie, come i freni a disco idraulici, il sempre più diffuso ricorso all’elettronica, in particolare per i cambi e la trasmissione, e in generale con una segmentazione sempre più netta e particolareggiata del tipo di mountain bike in relazione alla disciplina che si vuole praticare, scegliere la MTB giusta è diventato un piccolo rompicapo. Vediamo allora alcuni consigli per comprare la mountain bike più adatta alle proprie esigenze, tenendo anche in conto la possibilità di risparmiare trovando il proprio modello di MTB a un prezzo giusto.

Consigli per scegliere la mountain bike giusta

I consigli per scegliere la mountain bike giusta devono tener conto principalmente delle dimensioni della MTB, ormai espressa in taglie da tutti i produttori, del tipo di attività prevalente che si pensa di praticare, tra salita, discesa o semplicemente percorsi sterrati senza troppo dislivello, e ovviamente del prezzo, che sarà influenzato dal materiale e dalla qualità dei componenti come cambio e trasmissione, freni, manubrio, tipo di ruote e pneumatici, sellino e altri.

Scegliere la mountain bike giusta: come misurare dimensioni e taglia esatte

Le dimensioni di una bicicletta, e quindi anche di una MTB, dipendono dal telaio, e ormai tutti i produttori semplificano la scelta indicando le dimensioni del telaio in taglie, come per l’abbigliamento, dalla S alla XL. Però attenzione, perché i telai non sono tutti uguali, ovviamente, e la geometria scelta dal produttore può influire sul comfort in sella, in particolare per quanto riguarda la postura e la posizione di guida.

Esistono delle tabelle con cui misurare dimensioni e taglia esatte rispetto alla propria altezza.Ogni produttore ha la propria ma indicativamente sono come la seguente:

  • S: da 158 a 168 cm
  • M: da 168 a 178 cm
  • L: da 178 a 188 cm
  • XL: da 188 a 196 cm
  • XXL: oltre i 196 cm

La divisione tra una taglia tuttavia non è così netta e, in base alla geometria del telaio, se si ha un’altezza al limite tra una taglia e l’altra, ci si potrebbe trovare più a proprio agio con quella inferiore, o superiore, alla propria altezza. Per questo motivo sarebbe opportuno provare la bicicletta, almeno sedendosi sulla sella, prima di procedere all’acquisto anche online su negozi specializzati come bikester.it.

Scegliere la mountain bike giusta: ammortizzata solo davanti o anche dietro?

Il mondo delle MTB si divide essenzialmente tra modelli Front e Full, ovvero ammortizzata solo davanti o anche dietro. La scelta tra Front e Full non è solo economica (le Full, con lo Shock, costano ovviamente di più) ma riguarda anche l’uso che si vuole fare della mountain bike: una Full è essenziale se si vuole fare qualunque disciplina gravity, ovvero percorsi in discesa dai semplici Flow e Freeride agli impegnativi Downhill. Il carro posteriore ammortizzato però comporta anche una dispersione di energia durante la pedalata, oltre a un peso maggiore, motivo per cui se si pensa di usare la MTB per fare tanta fatica in salita, come nel caso del Cross Country, allora scegliere la mountain bike giusta significa ragionevolmente indirizzarsi verso una Front. Lo stesso ragionamento si può fare nel caso in cui si voglia comprare una MTB All Mountain per fare strade bianche e sterrati senza eccessivi dislivelli: una Full è più confortevole, una Front più leggera e agile. La scelta tra comfort e leggerezza è qui del tutto individuale e dipende anche dal budget a disposizione.

 

Mal di braccia mountain bike cause rimedi

 

Scegliere la MTB giusta: telaio in alluminio o carbonio?

Il materiale del telaio in alluminio o carbonio può incidere molto sul budget a disposizione per scegliere la MTB giusta: i telai in carbonio sono più leggeri, normalmente meno nervosi, nel senso che il carbonio assorbe meglio le vibrazioni, decisamente più costosi ma anche più delicati, in particolare nel caso di rotture dovute a cadute che spesso non si vedono a occhio nudo ma solo con strumenti appositi. I telai in alluminio sono invece più duraturi ed economici e, ragionevolmente, resistono meglio a cadute e colpi. Se il budget è limitato e l’esperienza in MTB relativamente poca, va benissimo l’alluminio; se ci si vuole fare un bel regalo, si pedala molto e il focus è sulle prestazioni, allora il carbonio è senza dubbio una scelta lungimirante.

 

Scegliere la MTB giusta: le dimensioni delle ruote

Chiunque entri in un negozio di biciclette per scegliere la MTB giusta si trova davanti al dubbio sulla dimensione delle ruote. Le vecchie e piccole 26″ ormai son scomparse, ma sempre più si vedono mountain bike con le grandi ruote da 29″ accanto a quelle diventate standard da 27,5″. La differenza è sostanziale: le MTB con ruote da 29″ sentono meno gli ostacoli, sono più scorrevoli e anche più stabili; le mountain bike con ruote da 27,5″ sono il compromesso al momento preferito dal mercato, son più reattive e scattanti di una 29″, in particolare in salita, e ovviamente più leggere. Indicativamente: per una prima MTB da usare su sterrati e strade bianche vanno benissimo anche le 27,5″; per usi più votati alla performance e con rider esperti magari è il caso di indirizzarsi verso una 29″.

 

Scegliere la mountain bike giusta: quanti rapporti servono?

Quando si tratta di scegliere la mountain bike giusta non è così facile capire quanti rapporti servono. In linea teorica e generale, più corone e più pignoni ci sono e più “marce” dovrebbero esserci: se una MTB ha 3 corone e 11 pignoni, il numero di marce sarà la moltiplicazione di 3 per 11, quindi 33. Ma quando si capisce come usare i cambi questo diventa vero solo in linea teorica perché poi ci sono rapporti duplicati, che cioè hanno lo stesso sviluppo metrico, e rapporti svantaggiosi, perché la catena non “lavora” parallela al telaio ma con angoli troppo accentuati che a lungo andare consumano i denti di corone e pignoni. Quindi? Quindi se vi trovate davanti alla mountain bike giusta per voi per telaio, prezzo, ruote e altre caratteristiche e però è una monocorona, prendetela al volo perché l’ultima tendenza in fatto di trasmissione è proprio la monocorona, che semplifica di molto la gestione delle marce e penalizza solo in minima parte le possibilità di sviluppo metrico e scelta di rapporti più duri o più agili.

 

che mountain bike comprare per iniziare

 

Scegliere la MTB giusta: che prezzo pagare?

Alla fine di tutto questo discorso, che prezzo pagare per scegliere la MTB giusta? Detto che caro o economico sono giudizi soggettivi che dipendono dal proprio portafoglio, il mercato ha però stabilito alcuni paletti e fasce di prezzo indicative.

Sotto i 500 euro non siamo nemmeno nell’entry level e non bisogna aspettarsi granché: il telaio sarà probabilmente pesante e poco equilibrato, i componenti, per quanto magari “di marca”, sicuramente di primo prezzo, e l’esperienza di guida conseguente abbastanza basilare. L’entry level vero e proprio va dai 500 ai 1500 euro e in questa fascia, con un po’ di pazienza e attenzione, magari anche rivolgendosi a modelli delle stagioni precedenti, si possono fare anche affari interessanti: da escludere un telaio in carbonio, molto difficile trovare freni a disco idraulici, ma per tutto il resto si può trovare una qualità già buona. Dai 1500 ai 5000 euro c’è una enorme gamma di modelli tra cui trovare la mountain bike giusta e di ottima qualità: la distanza, economica e psicologica, tra 1500 e 5000 euro è notevole ma anche tale da permettere di fare le proprie scelte di allestimento e materiali in modo molto oculato. Oltre i 5000 euro si entra nel mondo delle top di gamma, dove la qualità è massima e si possono portare a casa autentici gioielli in grado di regalare gioia e felicità sui pedali.

©RIPRODUZIONE RISERVATA