Corsi di equitazione per bambini: cosa serve per iniziare

Corsi di equitazione per bambini: cosa serve per iniziare

Se tuo figlio ha scelto l’equitazione come sport d’elezione, presto ti troverai di fronte alla scelta dell’attrezzatura di base da comprare. Per il corredo in tinta cavallo e cavaliere c’è tempo! La prima cosa da fare per un corso di equitazione per bambini è acquistare i “pezzi” che consentano loro di praticare equitazione in tutta sicurezza per goderne di tutti i benefici. Ecco quindi una piccola guida delle spese che devi affrontare fin da subito, i 5 capi immancabili nell’armadio del piccolo cavaliere, con qualche consiglio per gli acquisti.

 

Abbigliamento e protezioni: cosa serve per fare equitazione per bambini

1. Cap

Il cap equivale al caschetto che si utilizza in altri sport: protegge la testa da eventuali colpi in sella o in caso di caduta. “L’importante è che calzi perfettamente e che quindi sia della misura giusta, e che copra anche un pezzettino di collo”, spiega Carolina Bargiggia, titolare della selleria “Al Cavallo” di Milano. “Evitate di scegliere quelli regolabili con la rotella posteriore, un po’ macchinosi da regolare. Meglio optare per un cap con la sola chiusura sottogola di un buon marchio tra i tanti in commercio”.

2. Protezioni

La protezione è obbligatoria quando si parla di equitazione per bambini e protegge la schiena e la parte anteriore del busto, in particolare costole e clavicole. “E’ importante scegliere una protezione di livello 2 o 3, che copra sia la parte della colonna vertebrale, quindi posteriore, fino al coccige, sia la parte anteriore”, dice Carolina Bargiggia. La protezione deve consentire di muoversi agevolmente. Fatene provare al bambino più di una prima di procedere con l’acquisto definitivo.

3. Pantaloni

I pantaloni da equitazione sono fondamentali perché le cuciture sono posizionate per evitare sfregamenti sulla sella e sugli staffili e conseguenti fiacche o lesioni. “Per i bambini sono più consigliati i jodhpurs, da utilizzare con stivaletti e ghette. Sono pantaloni da equitazione dotati di elastico da infilare sotto il piede, per una migliore vestibilità”.

4. Stivaletti + ghette

Invece degli stivali, per i bambini è meglio optare per stivaletti e ghette. “Le ghette rimangono più aderenti alla gamba, e gli stivaletti consentono una maggiore mobilità della caviglia, fondamentale per mantenere un assetto corretto in sella. Per quanto riguarda il materiale, la pelle è preferibile alla gomma, perché gli stivaletti in questo materiale rimangono freddi in inverno e fanno sudare il piede in estate”.

5. Guanti

Le redini, che vanno tenute tra l’anulare e il mignolo, possono causare vesciche e ferite da non sottovalutare. I guanti evitano questo inconveniente. “L’unico accorgimento da seguire nella scelta dei guanti è che siano della misura corretta, in modo che restino ben aderenti alla mano e alle dita”, conclude Carolina Bargiggia. I guanti da equitazione hanno inserti antiscivolo affinché le redini non scappino via, quelli in tessuto stretch e più sottili permettono di mantenere una sensibilità più vicina a quella della mano nuda.
(Photo by Saud Ilyas from Pexels)

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA