La maschera di Decathlon per respirare senza boccaglio

Diciamo la verità, il tubo per respirare mentre sei sott’acqua a guardare i pesci dà proprio fastidio. Tribord è partita da questo presupposto per sviluppare Easybreath, una maschera da snorkeling più evoluta, in vendita nei negozi della catena Decathlon.

Il claim recita: “Vedere e respirare sott’acqua come all’aria aperta”. E appunto ha lo scopo di avvicinare lo snorkeling a tutti, soprattutto a chi si sente a disagio con il boccaglio, ma non vorrebbe perdersi il piacere di esplorare i fondali marini. È una maschera integrale che ti permette di respirare liberamente con naso e/o bocca, a seconda di come sei più comodo. L’idea è semplice: un boccaglio integrato alla maschera stessa, come fosse un’antenna, e che si chiude automaticamente durante l’immersione per non fare entrare l’acqua. Per qualche secondo sarà possibile ammirare rocce e pesci senza preoccuparsi delle bevute involontarie.

> Leggi anche: Consigli per scegliere la maschera da snorkeling e immersioni

Leggera (550 g), la Easybreath ha montatura in propilene e elastico in silicone, e vuole essere igienica (non si tiene più il boccaglio fra i denti) e facile da usare nelle brevi immersioni a pelo d’acqua. Andando a coprire anche la bocca, risulta piuttosto ingombrante rispetto alle maschere tradizionali; in compenso ha un campo visivo di 180°, il che dovrebbe rendere più comodo osservare l’ambiente subacqueo.

> Leggi anche: Wild swimming: guida al nuoto in acque libere

La maschera Easybreath sarà in vendita da questa primavera-estate ad un prezzo di 39,95 euro.

Per altri modelli di maschere da snorkeling leggi anche: 7 modelli di maschere sotto i 100 euro.

> Leggi anche: La differenza tra nuotare in piscina o al mare

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA

5 responses to “La maschera di Decathlon per respirare senza boccaglio

  1. mi ricordo che esistevano maschere simili quando ero piccolo negli anni 70.Se il tappo del boccaglio non funzionava ci si ritrovava con l'acqua in bocca 🙂

Comments are closed.