Le vie ferrate delle Dolomiti

In Alta Badia si trovano alcune delle più belle arrampicate e vie ferrate di tutta l'area alpina: le ferrate del gruppo del Sella, le falesie al Sass de Stria ma soprattutto la ferrata “Tridentina”, sulle pareti orientali della Torre Exner nel Gruppo del Sella (all’uscita in pochi minuti si raggiunge il rifugio Cavazza al Pisciadù). Meno impegnative della Tridentina sono le ferrate del Piz da Lec e del Vallon sul Sasso delle Nove: in entrambi i casi si parte dal rifugio Kostener al Vallon che si raggiunge grazie agli impianti che salgono da Corvara e dal passo Campolongo.
Più facile e altrettanto spettacolare è il sentiero attrezzato Tru Dolomieu: si parte dal rifugio Capanna Alpina a San Cassiano Armentarola, si attraversa il Plan de Furcia e in salita al Col de Lòcia (2069 metri) fino al Passo Tadega (2157 metri); verso sinistra si percorre il Vallon di Lavares verso le Cime Cunturines e Lavarella. Risalendo i ghiaioni sopra il laghetto Cunturines si sale infine al Piz delle Due Forcelle (2929 metri).

Credtis: FlickrCC Peter Stevens

12 valli, 100 impianti di risalita, un unico skipass valido anche in estate con il Dolomiti Supersummer, la versione estiva del Superski: le Dolomiti sono le montagne per eccellenza, anche per chi ama andare alla loro scoperta percorrendo le vie ferrate, quelle strutture e attrezzature artificiali posizionate dall’uomo su una parete rocciosa per facilitarne la salita in sicurezza.

Abbiamo scelte alcune fra le più belle vie ferrate delle intere Dolomiti, da affrontare sempre dopo aver consultato i gestori dei rifugi o le guide alpine della zona sulle condizioni del percorso.

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA