L’emozione della corsa e il “runner’s high”

Matte in Fuga Runner High

Sono affascinata e incuriosita da ciò che succede al nostro corpo mentre corriamo e facciamo attività fisica in generale. Quando posso cerco sempre di informarmi e di scoprire qualcosa di più su quello che avviene realmente. Voglio capire cosa succede mentre corro, voglio comprendere certe sensazioni che provo perchè so che conoscendole sarò in grado di usarle a mio favore e non di rimanerne solo ‘vittima’.

Curiosando qua e là ho cominciato a leggere di una cosa che viene definita il “Runner’s high”. Ma che cos’è il Runner’s high? Di cosa si tratta? È un termine ‘tecnico’ che si usa per indicare la sensazione di euforia e senso di ‘invincibilità’ prodotta da una corsa (soprattutto su una lunga distanza), paragonabile alla sensazione che si prova quando si è particolarmente esaltati e quasi in uno stato di alterazione, in cui i nostri sensi e percezioni reagiscono e rispondono in modo diverso agli stimoli esterni.

La sua esistenza è stata spesso dubitata e la sua scientificità ancora molto discussa: esistono anche studi molto seri a riguardo ma ancora non si hanno riscontri certi ed inequivocabili. Ognuno descrive questo momento in modo leggermente diverso, anche se è una sensazione che accomuna tanti runner, in modo particolare chi affronta una maratona. Quel che si sa con certezza è che correndo si attivano delle risposte ‘fisiche’ del nostro corpo, che sotto stress per lo sforzo produce delle endorfine (sostanze prodotte in modo naturale dal nostro cervello) che servono a far diminuire la nostra sensazione di dolore e fatica.

Il livello di endorfine aumenta con l’esercizio e innesca questa reazione che ci trasmette questo senso di invincibilità ed euforia che trasforma la corsa in un’esperienza quasi ‘mistica’. Io non so se ancora ho mai sperimentato seriamente questa sensazioni con questa intensità. Certo è che, dopo ogni corsa, nonostante la fatica e lo sforzo, mi sento carica e incredibilmente piena di energia. Vorrei fosse possibile provare questa sensazione ogni volta che corro, la verità è che molto spesso la corsa è solo tanta fatica e sudore e tutto ciò che mi spinge e sprona ad andare avanti è qualcosa che difficilmente chi non corre riesce a comprendere pienamente.

È una sensazione personale, incredibile, meravigliosa…che vale da sola ogni attimo dedicato alla corsa. È questo il fantomatico ‘Runner’s high‘? Onestamente non lo so, ma so che certe emozioni che regala la corsa, con il suo effetto benefico e quasi ‘terapeutico’, ripagano di ogni singolo momento di dolore e fatica e da ogni singola volta in cui teniamo duro quando invece vorremmo mollare.

Le Matte in Fuga sono quattro donne diverse, di età diverse, con professioni diverse, personalità e storie diverse, ovviamente di città diverse. Son quattro mamme, a casa hanno nove (9!!) dolci creaturine che vanno dai 2 ai 16 anni e possono arrivare ovunque: potete seguire le loro avventure anche sul loro blog Matte in Fuga e sulle loro pagine social (Facebook, Twitter, Instagram)

©RIPRODUZIONE RISERVATA