5 consigli per tenere pulite le scarpe sportive

tenere pulite le scarpe sportive è tutta questione di piccole ma giuste abitudini quotidiane come quelle di questi 5 consigli

5 consigli per tenere pulite le scarpe sportive

Scarpe da running, da trekking, da ciclismo, da tennis e ogni genere di sneaker: tenere pulite le scarpe sportive può essere una piccola ma vera impresa. E allora abbiamo chiesto a un esperto – l’ingegnere tedesco Marc Peikert, Global Product Specialist GORE-TEX Outdoor Footwear, l’uomo che ha inventato il sistema Surround che rende la scarpa più areata e il piede più asciutto – i consigli per pulire le scarpe sportive ed eliminarne i cattivi odori, senza deteriorare irreparabilmente la qualità della calzatura.

5 consigli per tenere pulite le scarpe sportive

1. Mai in lavatrice
Non lavate mai le scarpe sportive in lavatrice. Le nostre rilevazioni ci dicono che spesso le mamme italiane (e non solo) lavano le scarpe in lavatrice per rendere la tomaia meno profumata e i colori nuovamente brillanti. Niente di più sbagliato. Non solo la lavatrice rischia di avere qualche problema al cesto ma con il tempo l’alta temperatura dell’acqua rovina irreparabilmente l’intersuola.

2. Per gli scarponi da montagna solo acqua
Tutte le scarpe da montagna vanno assolutamente lavate a mano. Solo acqua. Non vanno mai usati additivi chimici (come se ne vendono anche per disinfettare le giacche e i pantaloni da sci, ad esempio) né alcun tipo di sapone. Molti infatti non sanno che la pelle dei piedi è molto più sensibile, in genere, di quella del resto del corpo. Usando prodotti chimici, nonostante un abbondante risciacquo, capita che i medesimi poi passino durante l’uso attraverso le calze, provocando arrossamenti e bruciori.

3. Per qualunque scarpa, indossare sempre le calze (anche d’estate)
Indossate sempre le calze! Molti,soprattutto d’estate, usano le calzature sportive come fossero infradito o scarpette da barca, da portare senza calza alcuna. Non c’è niente di peggio. Anzi, il peggio lo provano i parenti stretti, gli amici e i colleghi di colui che le porta che inevitabilmente ha il naso assuefatto e non percepisce più l’odore che invece è chiaramente presente. Non fatevelo dire ma arrivateci da soli! La calza migliore? Quella leggera in lana merino perché crea un microambiente ad una temperatura uguale a quella corporea e è molto traspirante.

4. Cambiare le calze ogni volta
Anche questo consiglio può sembrare scontato. Non per tutti. Se correte tutti i giorni, cambiate le calze tutti i giorni! Usare le stesse calze sporche tutti i giorni, moltiplica l’intensità dell’olezzo fino a impregnare definitivamente la scarpa.

5. Asciugare l’interno con carta di giornale
Non è per nulla banale ed è anzi decisamente utile e funzionale. Dopo l’uso, prendete l’abitudine di mettere la carta di giornale,meglio se di quotidiano, all’interno delle scarpe, fino al giorno in cui le indosserete di nuovo. Assorbirà l’umidità lasciata dal piede e rallenterà la proliferazione dei batteri che producono poi gli sgradevoli odori.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...